Studente di Harvard crea un sito che aiuta i rifugiati ucraini a trovare alloggio, mettendoli in contatto con gli hosts

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il giovane sviluppatore web ha voluto aiutare concretamente il popolo ucraino, creando una piattaforma d'aiuto unica

Una piattaforma web multilingue che le famiglie in fuga dall’Ucraina possono usare per trovare immediatamente una sistemazione che un host mette a disposizione ed entrare in contatto diretto con la persona ospitante per pianificare il check-in e tutto.

Questa l’idea geniale di Avi Schiffmann, un giovanissimo e talentuoso sviluppatore web della prestigiosa Harvard University che già durante i primi mesi della pandemia di Coronavirus aveva creato un sito di informazione mondiale sulla diffusione del virus. (Leggi anche: A soli 17 anni crea un sito di monitoraggio del coronavirus. Gli offrono 8 milioni, ma li rifiuta per “non approfittare”)

Avi, che si definisce un “attivista di Internet”, si trovava a San Diego per manifestare contro la guerra russa-ucraina quando ha avuto questa idea ed ha contattato un suo collega universitario per lanciare l’iniziativa e dare un contributo ancora più concreto alla causa.

Assieme all’amico e studente Marco Burstein, Avi Schiffmann ha lanciato il 3 marzo Ukraine Take Shelter,il primo sito a disposizione della popolazione ucraina per trovare un alloggio lontano dai pericoli e gli orrori della guerra. Il sito è in 12 lingue e si avvale della collaborazione di tanti traduttori che hanno risposto all’appello di Schiffmann e Burstein, come tanti hosts disposti ad offrire stanze di resort, dormitori o una camera per aiutare l’Ucraina.

Solamente nella prima settimana di apertura del sito, oltre 4000 hosts hanno fatto richiesta per essere inseriti nel portale web.

Negli annunci su Ukraine Take Shelter ogni host descrive l’alloggio offerto, fornendo tutte le informazioni del caso come le lingue che parla, i collegamenti ai mezzi di trasporto più vicini, se accetta animali ed inserendo uno o più recapiti telefonici per essere contattati. Gli interessati possono da subito selezionale dei filtri specifici ed indicare se viaggiano con animali o meno.

sito ucraina

@Ukraine Take Shelter

Il sito si propone come una versione super veloce di Airbnb che nasce proprio nell’immediata necessità e volontà di aiutare il popolo ucraino e che nella sua semplicità ha la chiave del successo.

Fonte: Ukraine Take Shelter – Avi Schiffmann/Twitter

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook