Patrick Zaki sarà libero: scarcerato, ma non assolto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Patrick esce di prigione dopo 669 giorni. Un grosso sospiro di sollievo, ma assolto non è. Altra udienza a febbraio.

Patrick esce di prigione dopo 669 giorni. Un grosso sospiro di sollievo, ma assolto non è: l’udienza ci sarà il prossimo 1 febbraio

Scarcerato! Patrick Zaki sarà libero da stasera o al più da domani. Ma c’è una ma: non è assolto. È questo l’esito della terza udienza del processo allo studente egiziano dell’Università di Bologna, durata solo 4 minuti e tenutasi al tribunale di Mansura, in Egitto. 

Rimane insomma ancora sotto processo, ma un passo avanti enorme nella direzione della giustizia.

Secondo quanto si apprende dalle agenzie, lo studente egiziano sarà prima trasferito da Mansura al carcere egiziano di Tora.

Un enorme sospiro di sollievo perché finisce il tunnel di 22 mesi di carcere e speriamo che questo sia il primo passo per arrivare poi ad un provvedimento di assoluzione – dice Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. L’idea che Patrick possa trascorrere dopo 22 mesi una notte in un luogo diverso dalla prigione ci emoziona e ci riempie di gioia. In oltre dieci piazze italiane questa sera scenderemo con uno stato d’animo diverso dal solito e più ottimista.

Forza Patrick!

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook