Bonus 200 euro: se non l’hai richiesto (e hai questi requisiti), sei ancora in tempo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lavoratori autonomi e professionisti con partite Iva possono ancora presentare la domanda per ottenere il bonus 200 euro.

C’è tempo fino al 30 novembre per inoltrare all’Inps o alla propria Cassa previdenziale la richiesta per il bonus 200 euro. Il bonus sarà erogato una volta sola, ma come ottenerlo?

Se infatti, nei mesi scorsi il bonus 200 euro è già stato concesso a tante altre categorie, dai pensionati ai dipendenti in automatico, ora per ottenere l’indennità bisognerà presentare una domanda.

Ne avevamo parlato qui: Bonus 200 euro: da oggi al via alle domande per professionisti e autonomi

La domanda deve essere presentata dalle partite Iva entro il 30 novembre presso l’Inps o la propria Cassa previdenziale, dimostrando di non possedere Isee superiore a 35 mila euro e di avere effettuato almeno un versamento contributivo nel 2020. I vari enti previdenziali dovrebbero essere in grado di erogare (nei casi previsti) anche l’ulteriore nuovo bonus da 150 euro previsto, dal decreto Aiuti ter, sempre nel mese di novembre.

Vediamo nel dettaglio come farne richiesta e quali sono i requisiti.

I requisiti per ottenere il bonus

Come per il resto della platea a cui è destinata la misura, potranno accedere al sostegno economico soltanto i professionisti e gli autonomi che hanno un limite di reddito di 35mila euro nel 2021. Inoltre, i soggetti in questione devono risultare iscritti alle gestioni previdenziali dell’INPS o agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e avere una partita IVA attiva alla data del 18 maggio 2022.

Come inoltrare la domanda e le scadenze previste

Le domande per avere l’indennità una tantum potranno essere inoltrate entro il 30 novembre. I soggetti interessati dovranno presentare l’istanza agli enti di previdenza a cui risultano iscritti, secondo le modalità predisposte da questi. Alla richiesta va allegata un’autocertificazione in cui si dichiara di essere autonomo o libero professionista e non titolare di pensione.

I lavoratori iscritti sia all’Inps che ad altre casse previdenziali, dovranno far riferimento soltanto all’Inps, presentando la domanda in maniera telematica, con una copia del documento d’identità, il codice fiscale e le coordinate postali o bancarie per ricevere i 200 euro. La piattaforma dell’Inps dedicata al bonus per gli autonomi e i professionisti risulta attiva dalle 12 di oggi: per procedere è richiesto l’accesso con Pin, Spid o Cie.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Gazzetta Ufficiale 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook