Basta titoli “acchiappa click” e falsi bonus: anche l’Inps non ne può più delle fake news che circolano sul web

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se siete lettori attenti ve ne sarete accorti: sul web girano molte fake news, titoli acchiappa click, notizie distorte o copiate (male). Non siamo i soli ad esserci stufati di questa situazione, ora interviene anche l'Inps che chiede ai suoi utenti di diffidare delle fake news da clickbait

Sono anni che noi di greenMe “combattiamo” contro fake news e titoli allarmistici che diversi giornali online (che in questo periodo sembrano spuntare come funghi) pubblicano quotidianamente, fregandosene di verificare le fonti e spesso “riciclando” notizie o test vecchi e copiando (male) anche dai nostri articoli.

Questi siti, parlando di alimentazione e pasta ad esempio, si servono di titoli “acchiappa click” in cui usano termini come pasta “avvelenata” o “piena di pesticidi” o ancora da “non acquistare mai”.

Vi abbiamo spesso consigliato di diffidare di questo genere di notizie, ma ora a stancarsi del proliferare di fake news o notizie distorte e decontestualizzate è anche l’Inps.

Sulla sua pagina Facebook, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha pubblicato un post in cui avvisa tutti gli utenti di diffidare delle fake news da clickbait che girano su internet e che in alcuni casi creano addirittura bonus inesistenti.

Nel post si legge (ed è davvero impossibile non concordare) che:

Sul web i titoli #acchiappaclick e gli articoli con citazioni decontestualizzate sono all’ordine del giorno.

L’Inps coglie l’occasione per ricordare che è sempre bene verificare, nel caso dei bonus (ma non solo), tutte le specifiche contattando direttamente l’Istituto e diffidando delle informazioni che si trovano sul web, soprattutto se senza fonte o link diretti alle circolari Inps.

Anche noi ne approfittiamo per ribadire che, nel frenesia del copia incolla a cui purtroppo siamo ormai tristemente abituati, circolano quotidianamente notizie con titoli accattivanti ma assolutamente scorretti.

Fate dunque attenzione, anche agli articoli che ricevete come news sul vostro smarthphone e diffidate di chi fa scorretta informazione, non solo su bonus e benefici per le famiglie, ma anche su altre tematiche estremamente importanti e “delicate” come salute e sicurezza alimentare.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Inps Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook