Afghanistan, i Talebani ci ripensano e tornano a chiudere le scuole secondarie femminili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ritorno in classe era atteso per oggi 23 marzo. La riapertura sarà stabilita “in base alla legge islamica”. Il passo indietro dei talebani significa che le studentesse al di sopra della prima media non potranno frequentare la scuola

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

I talebani lo hanno fatto nuovamente e in Afghanistan annunciano che le scuole superiori femminili saranno chiuse, soltanto poche ore dopo la loro riapertura avvenuta per la prima volta in quasi sette mesi. Un clamoroso (ma nemmeno tanto) dietro front che costringerà le studentesse oltre il sesto anno a non entrare più in classe.

A decretarlo è il Ministero dell’Istruzione che ha affermato proprio in queste ore che le scuole per ragazze sarebbero state chiuse fino a quando non fosse stato redatto un piano in conformità con la legge islamica e la cultura afgana.

Secondo quanto si legge nell’avviso:

Informiamo tutte le scuole superiori femminili e quelle scuole che hanno studentesse sopra la classe sei che sono chiuse fino al prossimo ordine.

Il motivo? Secondo gli afghani le autorità avrebbero dovuto far fronte a una carenza di insegnanti. Sarebbero decine di migliaia, infatti, le persone che sono fuggite dal Paese quando i talebani sono saliti di nuovo al potere dopo il crollo del governo del presidente Ashraf Ghani sostenuto dall’Occidente.

Fonti: Bakhtar News Agency / Al Jazeera

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook