Creme solari: le 3 zone del corpo dove (quasi) tutti dimenticano di spalmarla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche tu dimentichi di spalmare la crema solare in alcune zone del corpo? Abbiamo fatto un sondaggio e abbiamo scoperto quali sono le 3 parti più dimenticate: dietro le orecchie, dita dei piedi e attaccatura dei capelli

Tempo di mare e di tintarella: il caldo anomalo di questi giorni e la voglia di fuggire dall’afa urbana sta spingendo molte persone a concedersi qualche passeggiata al mare e a mettersi alla prova con i primi tuffi della stagione.

Anche se per una sola giornata, bisogna prestare molta attenzione agli effetti dei raggi solari e proteggersi utilizzando una buona crema solare adatta al nostro tipo di pelle. La crema va spalmata su ogni parte del corpo, senza tralasciare nessuna zona, per scongiurare il rischio di scottature e la comparsa di tumori della pelle.

In particolare, secondo alcuni studi scientifici, ci sono alcune aree del viso particolarmente soggette al cancro alla pelle, per le quali è più che mai importante applicare correttamente la protezione solare. Purtroppo, proprio queste zone vengono spesso trascurate quando si tratta di spalmare la crema.

È quanto emerso da uno studio condotto dal Department of Eye & Vision Science dell’Università di Liverpool, che dimostra gli errori comunemente commessi nell’applicare la crema solare sul volto. I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di spalmarsi la crema sul viso e poi hanno controllato, grazie ad una fotocamera sensibile ai raggi UV, le aree effettivamente coperte dalla protezione.

Quasi tutti i partecipanti hanno “dimenticato” di mettere la crema attorno al contorno degli occhi – in particolare, fra l’angolo interno dell’occhio e il naso. Questa tendenza è rimasta anche dopo che sono stati informati sui rischi di insorgenza di tumori della pelle che compaiono proprio nella zona delle palpebre.

Purtroppo, il contorno degli occhi non è l’unica zona del corpo in cui dimentichiamo di applicare la crema solare, mettendo a rischio la nostra salute con un’esposizione non protetta ai raggi ultravioletti.

I risultati del sondaggio di greenMe

GreenMe ha proposto, sulla propria pagina Facebook, un sondaggio per indagare quali sono le parti del corpo meno protette quando ci si espone al sole. Sorprendentemente, il contorno occhi non è la zona maggiormente “dimenticata”: in realtà, il 36% degli utenti ha confessato di non mettere la crema solare dietro le orecchie.

Il 28% dei partecipanti al sondaggio, invece, ammette di non proteggere adeguatamente le dita dei piedi dall’effetto dei raggi UV, mentre il 18% dimentica di mettere la crema all’attaccatura dei capelli. Coloro che non mettono la crema sul contorno occhi, in effetti, rappresentano “solo” il 10% delle risposte.

Seguono poi coloro che non proteggono adeguatamente le orecchie (6% delle risposte), il naso e gli zigomi (1%) e infine le caviglie (1% delle risposte). Ecco il grafico con le risposte:

@greenMe

Riassumendo, quindi, le zone in cui non spalmiamo correttamente la crema solare sono:

  • dietro le orecchie
  • dita dei piedi
  • attaccatura dei capelli
  • contorno occhi
  • orecchie
  • naso e gli zigomi
  • caviglie

Il sondaggio è stato riproposto anche dalla nostra pagina Instagram. Ecco i risultati:

Sondaggio Creme Solari

Questo sondaggio è stato realizzato dalla redazione di greenMe e ha coinvolto gli utenti dei nostri canali social. Si tratta di una ©Riproduzione riservata soggetta alle regole di Copyright, come del resto tutti gli articoli presenti sulla nostra testata giornalistica. Ci fa piacere se può essere di ispirazione per i tuoi contenuti, ma in tal caso ti ricordiamo che va indicata e linkata la fonte.

Leggi tutti i nostri articoli sulle creme solari.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook