Le macchie della pelle, prevenzione e rimedi per ridurle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per ridare equilibrio all’epidermide valutiamo il ruolo dei sieri alla vitamina C, utili sia in fase di prevenzione che riduzione delle macchie cutanee

Come conservare l'avocado

Le macchie che si evidenziano sulla pelle sono uno degli inestetismi più frequenti legati al trascorrere del tempo.

Di norma iniziano a fare la loro comparsa dopo i 50 anni, e possono essere legate a un fattore genetico. Spesso a incidere negativamente sono le cattive abitudini, prima fra tutte la scelta di esporsi al sole senza un’adeguata protezione. Non mancano le motivazioni legate all’uso di farmaci così come l’applicazione di prodotti che non sono adeguati al tipo di pelle.

È importante sapere che la comparsa delle macchie si può prevenire scegliendo una corretta beauty routine, potendo contare su un prodotto di sicura efficacia come il siero in crema con vitamina C, che limita la presenza di discromie e illumina la pelle.

La pelle è soggetta alla formazione delle macchie quando il processo di rigenerazione cellulare rallenta, e si formano dei cumuli di melanina in alcuni strati dell’epidermide.

Parlando di macchie cutanee, studi specifici hanno chiarito che esistono tre tipologie specifiche di discromie ovvero le macchie solari, conseguenza di un’errata esposizione al sole, le cloasma legate a problemi ormonali, e le cheratosi, macchie dalla forma più piccola, che hanno una superficie in rilievo e al tatto possono apparire ruvide. Questa terza categoria è la più sgradevole e preoccupate, perché necessita di un continuo e sistematico controllo, essenziale per evitare uno spiacevole peggioramento.

Scegliere di esporsi al sole correttamente non solo riduce l’incidenza delle macchie solari, ma ci mette al riparo dai rischi d’insorgenza del melanoma, come dimostrano tutta una serie di studi scientifici.

Scopriamo i rimedi per ridurre le macchie cutanee

Quando le macchie fanno la loro comparsa sulla pelle, difficilmente si riesce a eliminarle completamente, per questo motivo è importante fare prevenzione, inserendo nella skincare routine quotidiana cosmetici in grado di limitarne l’insorgenza.

Laddove ormai il danno è fatto si può comunque fare ricorso a specifiche linee di prodotti antiossidanti, che svolgono sulla pelle un’incisiva azione rigenerante.

Si parla si creme e sieri, utili sia in fase di prevenzione che riduzione delle macchie cutanee, capaci di ridare equilibrio all’epidermide grazie a potenti formule arricchite con vitamina C ed estratto di agrumi. Inseriti opportunamente nella skicare routine, devono essere usati sistematicamente la sera e la mattina, evitando il contorno occhi, e non prima di aver deterso il viso.

In tema di rimedi svolgono un ruolo decisivo i cosmetici schiarenti. Nei casi estremi invece non resta che chiedere l’intervento del dermatologo, per garantirsi un trattamento laser, che dona alla pelle una rinnovata compattezza e omogeneità, andando a trattare la cute dove si è creato il cumulo di melanina, a cui imputare la comparsa della discromia.

Talvolta sono sufficienti poche sedute per ottenere risultati evidenti, assolutamente privi di cicatrici.

Il ruolo strategico degli integratori alimentari

Un utile supporto nella lotta alle macchie cutanee è quello fornito dagli integratori alimentari antiossidanti, che favoriscono la rigenerazione cellulare, aiutando la pelle a restare giovane.

Gli integratori intervengono opportunamente nel processo di protezione delle cellule, per questo è di vitale importanza farne buon uso, inserendoli di diritto nella beauty care quotidiana.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook