Topolino diventa “easy” e “altamente leggibile” anche da bimbi dislessici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da mercoledì 11 aprile il settimanale Topolino sarà in edicola con una veste rinnovata all'insegna dell'alta leggibilità grazie all'introduzione di un font, EasyReading, scientificamente testato e pensato per favorire la lettura dei bambini dislessici e favorire quella di tutti.

Topolino diventa “easy”. Il settimanale più coccolone d’Italia, che mette d’accordo da decenni grandi e piccini, si vestirà già dalla prossima uscita di una nuova grafica che introdurrà, tra le altre cose, un nuovo font appositamente creato per i bambini dislessici. Tutta la famiglia di Mickey Mouse diventa “altamente leggibile” e non smette mai di stupirci.

Topolino, edito da Panini Comics, è il magazine più letto dai ragazzi tra i 5 e i 13 anni e ogni settimana propone 6 storie a fumetti inedite: dalle grandi avventure a storie legate all’attualità.

Ma quest’anno il team di Topolino vuole accogliere una sfida in più: far riappropriare tutti ma proprio tutti del piacere della lettura e non escludere nessuno. La soluzione? Offrire un registro ancora più “visivo” delle pagine, oltre a proporre nuove attività di partecipazione e condivisione.

È da qui che nasce l’idea di “alta leggibilità”, che si base sull’introduzione del nuovo font, EasyReading, concepito da Federico Alfonsetti per favorire la lettura dei ragazzi dislessici e facilitare quella di tutti i lettori.

Secondo una ricerca condotta per Topolino da Tips Ricerche, per i “mobile born”, per i bambini nati dopo il 2010 la lettura è solo uno dei tantissimi modi per trascorrere il tempo, ormai in netta concorrenza con i sempre più diffusi strumenti tecnologici. Si tratta di bambini attratti dal valore dell’immagine e iperconnessi, che apprendono attraverso la lettura “per immagini”.

topolino3255

È anche per questo che per comunicare attraverso il fumetto e conquistare un ruolo fondamentale nel recupero della passione per la lettura, Topolino ha creduto bene di far tornare a leggere usando un nuovo font usato per gli articoli redazionali ideato fondamentalmente per i bambini dislessici: EasyReading, riconosciuto dall’Associazione Italiana Dislessia (AID), un font che presenta caratteri di più semplice decodifica, spaziature più ampie e lettere differenziate a livello formale.

topolino3255 1

Grazie a questi espedienti, il lettore può impegnare nella comprensione del testo le energie risparmiate nella decifrazione delle lettere. In questo modo, anche i testi dei balloon del fumetto hanno avuto accorgimenti formali che seguono la logica di questo font.

È tutto qui? Certo che no: tra le pagine di Topolino, grandi e piccini potranno trovare anche una call-to-action che li metterà al centro dell’attenzione e che trasforma il lettore, chiamato a vivere un’esperienza non filtrata da un video, in un vero “collaboratore” del giornale. Per celebrare questo numero speciale, infine, Bebe Vio sarà la intervistata dai Toporeporter e fotografata nelle vesti di Bebe Pio.

Buona topo-lettura allora!

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook