Ecco perché i bambini di oggi accusano di più il caldo e sono più soggetti a disidratazione e colpi di calore rispetto ai loro genitori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I bambini soffrono il caldo più degli adulti e questo è ancora più evidente nei bambini di oggi. Un nuovo studio ha scoperto perché ed è qualcosa su cui possiamo intervenire

Come mai i bambini di oggi tollerano meno il caldo rispetto ai genitori e sono più soggetti a colpi di calore e disidratazione? Una possibile risposta a questa domanda arriva dal un nuovo studio pubblicato di recente.

Secondo la dottoressa Shawnda Morrison, fisiologa dell’esercizio fisico ambientale, a mettere in difficoltà i più piccoli sono l’inattività fisica, il sovrappeso e l’obesità.

La forma fisica è infatti la chiave per poter tollerare temperature elevate e oggi i bambini sono più obesi e meno in forma che mai. Ecco perché possono essere più soggetti alle conseguenze del caldo eccessivo.

La dottoressa Morrison, esperta di fisiologia umana adattiva e integrativa in ambienti estremi, con oltre 20 anni di esperienza nello studio delle prestazioni sportive e della fisiologia dell’esercizio, ha valutato 150 studi medici e scientifici sulla relazione tra forma fisica dei bambini e resistenza alle alte temperature.

Tra le ricerche incluse, uno studio su 457 ragazzi delle scuole primarie di 5-12 anni in Thailandia, da cui è emerso che i giovani in sovrappeso avevano più del doppio delle probabilità di avere difficoltà a regolare la temperatura corporea negli esercizi all’aperto rispetto a quelli normopeso.

Dalla sua revisione è emerso che negli ultimi trent’anni l’attività fisica dei bambini è notevolmente calata, riducendo del 30% la capacità aerobica dei bambini, confrontata con quella dei loro genitori alla stessa età.

Questo porta i bambini a soffrire di più il caldo e innesca un circolo vizioso perché tollerare poco le alte temperature porta i bambini a muoversi ancora meno, peggiorando ulteriormente la loro forma fisica.

Per invertire questo pericoloso meccanismo bisognerebbe incoraggiare i più piccoli a muoversi di più, proponendo loro attività divertenti, preferibilmente all’aperto, che non siano vissute come un dovere o una fatica inutile. Oltre allo sport, è importante che i bambini siano coinvolti in passeggiate, escursioni, gite in bicicletta, da svolgere nelle ore più fresche della giornata e che li aiutino a costruire e mantenere la loro forma fisica.

Essere in forma non influenza solo la capacità di tollerare il caldo ma ha ripercussioni positive sulla salute fisica e mentale e sul comportamento.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte di riferimento: Temperature

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook