Questo artista dà una sua forma agli arcobaleni ricreandoli nei musei di tutto il mondo

Un artista messicano crea incredibili arcobaleni con giochi di luce e colori, riempendo i musei di meraviglia. Da sempre appassionato della luce, l'artista ha scelto di seguire le sue passioni. Le sue sono sublimi illusioni, opere d'arte che tolgono il fiato

Se per un secondo chiudiamo gli occhi e pensiamo all’arcobaleno, la nostra mente sarà proiettata tra fasci di luci e sfumature di colore. Apriamo gli occhi e osserviamo quell’idea diventare realtà. Così fa Gabriele Dawe, artista di origini messicane che ricrea straordinari arcobaleni nelle sale dei musei.

Le sue opere sono realizzate sapientemente unendo fili più o meno sottili dando l’impressione di trovarsi proprio davanti a un arcobaleno. Il meraviglioso fenomeno ottico della natura si trasforma in arte tridimensionale, guidando i visitatori alla scoperta della luce.

Le sue illustrazioni sono state esposte in musei degli Stati Uniti, Canada, Belgio e Regno Unito. Ogni lavoro ha una sua identità e si presenta come un ricordo dei cieli di Città del Messico, ma anche di un’infanzia complessa in cui le passioni di Dawe sono state talvolta soffocate.

Crescendo da ragazzo, la società patriarcale messicana mi ricordava costantemente che dovevo essere in un certo modo e fare certe cose per essere considerato un uomo. Il mio lavoro è stato un tentativo di rivendicare un senso di sé facendo ciò che mi dà soddisfazione, sperando di portare alla luce esperienze di gioia e meraviglia nel mondo” ha raccontato Dawe.

Ora le sue passioni, le idee hanno libero sfogo. Con i suoi fili Dawe spera anche di creare connessioni, mettendo a nudo la vulnerabilità dell’essere umano.

Dietro ogni esposizione vi è uno studio approfondito dello spettro visibile della luce. Gabriel Dawe sceglie attentamente filo dopo filo per dare forma alla sua immaginazione e trasmettere felicità con colori brillanti. Per noi ci è riuscito sicuramente, non trovate?

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Gabriel Dawe

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook