L’antica leggenda dell’intagliare le zucche di Halloween

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sai perché ad Halloween si intagliano le zucche, creando delle espressioni spaventose? La tradizione è più antica di quanto si possa credere e ha a che fare con la storia di Stingy Jack, un personaggio irlandese più comunemente noto come Jack o' lantern

Halloween è ormai giunto e finestre, balconi e giardini sono adornati già con le zucche della stagione, intagliate per dare forma alle espressioni più spaventose. Occhi luminosi e sorrisi inquietanti spuntano dalle abitazioni di chi ha scelto di festeggiare questa ricorrenza secondo le tradizioni.

L’usanza di intagliare una zucca per la notte di Halloween ha infatti origini antichissime che affondano le loro radici nella cultura celtica e irlandese del XVII secolo. Durante la vigilia di Samhain, il Capodanno celtico, le popolazioni celtiche erano solite intagliare patate, rape e altri ortaggi, creando volti spaventosi che allontanassero gli spiriti maligni. (Leggi anche: Samhain, il Capodanno celtico che ha ispirato la festa di Halloween e di Ognissanti)

Quella di intagliare le zucche è parte della cultura irlandese già dal Seicento. Tutti conosciamo più o meno il personaggio di Jack o’ lantern. La sua storia nasce dal mito irlandese di Stingy Jack, colui che ha ingannato il diavolo.

Secondo la leggenda Stingy Jack era un uomo avaro, piuttosto spietato. Non trovando più alcun divertimento nel tormentare i vicini Jack decise di infastidire il diavolo in persona. Per ben due volte Stingy Jack riuscì a ingannare il diavolo sul punto di morte, convincendolo a non reclamare la sua anima.

Quando Jack morì le porte del paradiso gli furono sbarrate perché uno spirito come il suo non avrebbe potuto mettere piede nelle volte celesti. Il diavolo, beffato da quell’uomo, scelse di mantenere la promessa fatta e non reclamò l’anima di Stingy Jack nel regno degli inferi.

L’unica cosa che il diavolo concesse a Jack fu un carbone ardente per fare luce sul suo buio cammino. Jack lo inserì in una rapa scavata e da allora vagò con questa sulla Terra. Nel XVII secolo gli irlandesi avrebbero intagliato le zucche e le rape per spaventare l’anima errante di “Jack of the Lantern” o Jack o’ lantern come è più comunemente conosciuto.

Intorno al XVIII secolo con la grande emigrazione dall’Irlanda la leggenda di Jack o’ lantern approdò negli Stati Uniti. Fu così che da allora per la notte di Halloween e il giorno di Ognissanti le persone si sono dedicate a intagliare le zucche.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook