I meravigliosi camion decorati del Pakistan: alla scoperta di un’antica tradizione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I camionisti ne vanno particolarmente fieri e sono disposti a spendere moltissimo per farli decorare a proprio piacimento. Alla scoperta di una tradizione antica...

Sfrecciano a tutte le ore lungo le strade del Pakistan e mentre svolgono il proprio lavoro deliziano i passanti con i loro design originali e colorati. Stiamo parlando dei meravigliosi camion del Pakistan, vere e proprie opere d’arte su quattro ruote.

I camionisti ne vanno particolarmente fieri e sono disposti a spendere moltissimo denaro per decorarli a proprio piacimento e renderli spettacolari. Pavoni, fiori, pesci, paesaggi, monumenti, ma anche cantanti, star del cinema, giocatori, scintillanti pon pon e campanelli, c’è di tutto e di più sulla brillante carrozzeria dei camion pakistani.

Non si tratta di certo di una moda passeggera ma di una tradizione antica. Secondo l’artista Farah Yusuf Ali, già tra il 2600 e il 1700 a.C., durante la civiltà della valle dell’Indo, le persone che vivevano in queste aree erano solite abbellire le loro barche e altri mezzi di trasporto con decorazioni. Una tradizione durata per secoli.

Successivamente, quando gli inglesi occuparono l’India, i pittori che lavoravano nei palazzi reali si trovarono senza lavoro e molti emigrarono in Pakistan. Nel tempo libero iniziarono a decorare i carri trainati da cavalli e i camion, trasmettendo questa arte, sempre più richiesta dai trasportatori, di generazione in generazione.

Nel corso del tempo gli artisti di camion hanno sviluppato il proprio stile, che varia di regione in regione, e alcuni di essi sono particolarmente famosi e apprezzati. Ne è un esempio Haider Ali di Karachi, città portuale dove i camion vengono solitamente decorati con colori fluorescenti, arricchiti di specchietti ed elementi in legno.

Alcuni camionisti concedono libertà espressiva agli artisti, altri si presentano con richieste specifiche, spiega Atlas Obscura. I camion pakistani riflettono quindi i gusti dei proprietari (o degli autisti) ma tra i disegni si celano anche pezzi della loro storia personale, simboli, frasi significative. Un po’ mezzi di trasporto, un po’ “case” in movimento.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook