©Jasmine_K/Shutterstock

In arrivo le eta Aquaridi, le stelle cadenti di maggio. Il cielo ci regala un nuovo spettacolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Occhi al cielo, che proprio in questi giorni ci regalerà un nuovo affascinante spettacolo con le eta Aquaridi, le stelle cadenti di maggio. Si tratta di antichi residui della cometa Halley, che tornerà ad essere visibile dalla Terra nel  nel 2061.

Le eta Aquaridi rappresentano una delle correnti meteoriche più importanti dell’anno, ma alle nostre latitudini è sempre stato piuttosto difficile osservarle poiché il radiante permane per pochissimo tempo sopra l’orizzonte e soprattutto a basse altezze. Ma se volete ammirarle, potete farlo le prime settimane di maggio a notte fonda.

Quando ammirare le eta Aquaridi

Il radiante delle eta Acquaridi, nella zona più alta dell’Aquario sarà attivo quasi per tutto il mese di maggio. Ma il periodo maggiore frequenza delle meteore è quello compreso tra il 3 al 10 maggio, mentre il picco è previsto tra il 5 e il 6 del mese. Nel nostro Paese, sarà più semplice avvistarle nelle regioni del Sud, in cui il periodo di osservazione di queste stelle cadenti sarà più lungo, fino al crepuscolo mattutino. Mentre nelle zone del Nord, il tempo e le condizioni di osservabilità si riducono.

Inoltre, quest’anno saremo favoriti dall’assenza della luce della Luna, perché con il novilunio dell’11 maggio avremo un cielo abbastanza buio già a inizio maggio. Quindi nella notte di picco, tra il 5 e 6 maggio, avremo buone opportunità di ammirare le meteore nelle ore prima dell’alba.

eta aquaridi 2021

@Stellarium Astronomy Software

Sempre nel periodo di maggio, sarà possibile osservare le eta Liridi, con picco il 9 maggio, generate dalla cometa 1983 H1 IRAS-Araki-Alcock. A metà mese, invece, toccherà alle Ofiuchidi, dette anche Sagittaridi di maggio, che si mostrano soprattutto dai radianti delle eta Ofiuchidi – con il picco tra il l’11 e il 13 del mese – e le Ofiuchidi sud, che saranno maggiormente visibili tra il 14 e il 15 maggio.

Un altro show celeste da non perdere a maggio, esattamente la notte del 26, è la Superluna dei fiori, la più grande dell’anno!

Fonte: UAI

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

eBay

I migliori accessori da avere se usi il monopattino elettrico

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook