Uccidi un leone e potrai uccidere gratis una leonessa: la scandalosa offerta “2×1” per i cacciatori di trofei

Caccia ai leoni

La Mukulu African Hunting Safaris, società che organizza tour di caccia in Sudafrica, ha lanciato una scioccante promozione per i suoi clienti: i cacciatori che riescono a uccidere un leone, avranno diritto a uccidere una leonessa gratis.

Una sconcertante offerta “2X1” che normalmente vediamo sugli scaffali dei supermercati, applicata alla vita di animali selvatici: un vero e proprio oltraggio se si considera che la popolazione di leoni africani è diminuita del 40% negli ultimi 20 anni, secondo i dati forniti dalle Nazioni Unite.

I prezzi per poter cacciare i leoni variano tra i 13.500 e i 27.000 euro, a seconda della categoria in cui è inserito l’animale. Grazie alla scioccante offerta della società safari è possibile uccidere una leonessa senza costi aggiuntivi dopo aver ucciso il primo leone, con un risparmio di circa 10mila euro.

L’offerta ha scadalizzato gli animalisti e le associazioni che ogni giorno si battono per fermare l’assurda pratica della caccia.

Eduardo Gonçalves, fondatore della campagna “Ban Trophy Hunting” ha spiegato che purtroppo uccidere animali nei safari è un’attività che attira sempre più persone:

“Il business della caccia ai trofei è in forte espansione. Prima erano solo i nobili proprietari terrieri e i colonnelli dell’esercito a cacciare i safari, oggi sono ingegneri, dirigenti di società di servizi o pensionati che uccidono gli animali per divertimento”, ha dichiarato l’attivista.

Le società che organizzano safari di di caccia sono sempre più numerose e le offerte sono in aumento: esistono anche promozioni last minute e sconti applicati in particolari situazioni.

Un’altra compagnia di safari di caccia, ad esempio, offre escursioni di caccia in Sudafrica che durano 5 giorni durante i quali si ha la possibilità di scegliere 7 diverse specie di animali per un valore approssimativo di 2000 euro.

Secondo Gonçalves, la massiccia caccia di leoni nelle riserve naturali sudafricane sta causando una pericolosa riduzione di questi felini.

Ciò comporta, oltre a una minaccia diretta per la specie, una diminuzione della variabilità genetica tra gli animali, che provoca malattie, deformità nei nuovi nati e morti premature.

“È come il Black Friday, ma per gli animali ogni giorno è un giorno nero. Stiamo affrontando una crisi di estinzione, ma stiamo permettendo a sempre più cacciatori di sparare ad animali rari e in via di estinzione”, ha concluso Gonçalves.

Queste aberranti offerte di caccia non fanno che peggiorare una situazione già molto grave che riguarda gli animali selvatici.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Photo credit: Mukulu African Hunting Safaris

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

La bici usata? Portala da Decathlon: torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook