Frankie, il cane che annusa i tumori (e non sbaglia)

immagine

I cani sanno annusare i tumori. Sono sempre più le storie di amici a quattro zampe che si trasformano in ‘medical detector‘. L’ultima è quella di Frankie, che è riuscito a dare una diagnosi corretta in 30 casi su 34. Il cane è stato utilizzato per fiutare il cancro della tiroide in persone a cui non era stata ancora diagnosticata, mostrando un tasso di successo dell’88% nella ricerca di tumori.

La tiroide è una ghiandola nel collo che produce ormoni per regolare il metabolismo. I tumori tiroidei sono relativamente rari e sono normalmente diagnosticati testando i livelli ormonali nel sangue e usando un ago per estrarre le cellule.

Ma come fa il cane ad accorgersi della sua presenza? I tumori rilasciano “composti organici volatili” nel corpo che è capace di captare grazie ai suoi recettori dell’olfatto, 10 volte più numerosi di quelli delle persone, che consentono loro di individuare gli odori unici emessi dai tumori.

Frankie è stato addestrato a sdraiarsi quando fiuta l’odore del cancro alla tiroide in un campione e si allontana se l’urina è pulita. Trentaquattro pazienti, che stavano andando in ospedale per i test convenzionali, hanno preso parte all’esperimento.

 81475445 frankie624

frankie

Capire qual è l’odore che i cani annusano potrebbero aiutare a lo sviluppo di ‘nasi elettronici’ in grado di rilevare le stesse molecole, che potrebbero portare a test diagnostici migliori in futuro.

Roberta Ragni

Photo Credit

Leggi anche:

Cani annusa tumori: arrivano anche in Italia i Medical Detecion Dogs

Cresce il numero di cani annusa-tumori: le storie più belle

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

tuvali
seguici su Facebook