basi-militari-groenlandia

La Danimarca sta ripulendo i rifiuti tossici lasciati in Groelandia dagli USA. Le basi militari statunitensi abbandonate in Groenlandia più di mezzo secolo fa, saranno finalmente ripulite dall’inquinamento tossico grazie a un programma statale che punta alla sostenibilità ambientale.

Mezzo secolo fa, gli americani lasciarono le basi militari, ma in tutti questi anni i rifiuti tossici non sono mai stati smaltiti, adesso il governo danese ha annunciato che investirà 30milioni di dollari per bonificare la zona.

Il programma durerà sei anni e verrà portato avanti da un gruppo di esperti ambientali che lavoreranno assieme ai residenti, per identificare l’entità dei danni prodotti dall’inquinamento negli impianti della Seconda guerra mondiale.

Si stima che siano stati abbandonati circa 200 mila litri di gasolio e rifiuti di ogni genere, inclusi quelli radioattivi, una vera e propria minaccia per l'ambiente.

Dopo una prima analisi di verifica, si procederà con la bonifica. Il via libera arriva dopo anni di trattative, in cui l’amministrazione di Nuuk chiedeva a Copenhagen (che controllava l’isola all’epoca della guerra) di ripulire le basi militari. In un primo momento però, il governo danese non si era mostrato malleabile. Secondo il ministero dell’Ambiente, il compito della bonifica doveva essere della Groenlandia, poiché la protezione ambientale era stata demandata a Nuuk nel 1989.

basi militari groenlandia1

Lo scorso giugno, tuttavia, il governo danese ha, invece, stabilito che finanzierà uno sforzo di risanamento e l'accordo già firmato rende definitivo l’ impegno. Resta da chiarire che tipo di inquinamento, gli esperti si troveranno davanti.

La zona essendo sconfinata è anche off limits, uno dei siti menzionati è Ikkatteq, sulla costa orientale del paese, che era stato utilizzato come aeroporto dal 1941 al 1947 e conosciuto con il nome in codice Bluie East Two. Il sito contiene circa 100mila taniche di petrolio lasciate dalle forze armate statunitensi.

basi militari groenlandia2

Gli esperti però assicurano che il finanziamento non è sufficiente per pulire tutti i siti e che un numero sostanzioso di basi militari non saranno coperte dall’accordo, così come Camp Century, una base sotterranea contaminata da rifiuti tossici e radioattivi.

basi militari groenlandia3

Sull'inquinamento potrebbero interessarvi:

Ciò che è certo, è che gli Stati Uniti non sono stati coinvolti nel risanamento e la motivazione non è stata ancora chiarita dal governo danese.

Dominella Trunfio

Foto: George Grubb

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram