Tutti gli usi della fibra di basalto per un isolamento performante e efficientamento energetico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’efficienza energetica è sempre più richiesta per ottimizzare costi e salvaguardare l’ambiente. Ottimizzare gli ambienti termicamente è una delle sfide del mondo contemporaneo volta a tutelare il nostro pianeta e al risparmio energetico.

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Oggi più che mai siamo alla ricerca di formule e materiali sempre più ecosostenibili e performanti per controllare le dispersioni termiche e per la sicurezza antincendio.

Un materiale innovativo che può essere efficacemente usato come isolante è la fibra di basalto, una roccia di origine vulcanica caratterizzata da colorazione scuro o nero contenente silice. Con un diametro compreso tra 9 e 13 µm, le fibre di basalto sono ottimi isolanti termici e acustici, pur mantenendo inalterate le proprietà meccaniche ad alte e bassissime temperature.

Proprio sulla fibra di basalto è nato GEOSAFE®, inizialmente pensato per il settore navale (nell’ambito del progetto ‘Navaltex’, prima nazionale poi finanziato da Regione Piemonte con il supporto del Polo di Innovazione Tessile nato a Città Studi).

GEOSAFE® si presenta sul mercato dei materiali isolanti termici e acustici, con particolari specificità per il termico: è infatti  materiale in classe A1 ovvero materiale completamente ignifugo. Recenti stime indicano che se tutte le aziende isolassero le dispersioni di calore l’impatto sul clima migliorerebbe del 3% su tutto il pianeta, salvaguardando da fenomeni di surriscaldamento.

GEOSAFE® nel settore navale

la fibra di basalto di cui è composto GEOSAFE® ha infatti molte altre applicazioni che lo rendono particolarmente efficace  per le imprese. Ad esempio nel settore navale, il settore dove in realtà GEOSAFE® è nato. Nel settore navale, la scelta di materiali leggeri e poco voluminosi è la base per la progettazione di un prodotto competitivo e Geosafe garantisce un ottimo isolamento, riducendo gli ingombri. Gli impieghi più frequenti sono per porte tagliafuoco, isolamento sale macchine, isolamento parti a potenziale fiamma, protezione paratie.

GEOSAFE® per il settore industriale

Questo materiale viene largamente utilizzato nel settore industriale per la coibentazione di valvole, pompe e turbine, e soprattutto come materiale isolante, ottimo anche per molte altre coibentazioni ove richiesto: caldaie, canne fumarie, macchinari che sviluppano calore e possono innescare incendi.

I materiali usati come cappotto termico

Per isolare termicamente è possibile utilizzare diversi materiali, tutti con proprie caratteristiche tecniche, tra cui:

  • lana minerale
  • fibra di legno
  • sughero
  • schiume minerali
  • polistirene espanso sinterizzato (EPS)
  • polistirene estruso (XPS)
  • poliuretano
  • pannelli in Aerogel

La scelta dipende da molti fattori e sensibilità personali, oltre che dalla disponibilità economica.

GEOSAFE® è altamente isolante e soprattutto resistente al fuoco (Classe A1), è in grado di sostituire i prodotti per l’isolamento termico attualmente presenti sul mercato, soprattutto dove le temperature sono molto elevate o molto basse (range -260°C +750°C certificati).

Si presenta inoltre estremamente leggero (1830 gr/mq per uno spessore di 10 mm) e flessibile, adattandosi perfettamente a tutte le superfici, anche quelle non piane, configurandosi come ideale per rivestire le parti con forte dispersione di calore.

Il prodotto, inoltre, è un inerte e completamente rigenerabile, per cui particolarmente ecofriendly.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook