3 piccoli falchi pellegrini sono nati sull’ex inceneritore di Roma

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Su un ex inceneritore dallo scorso anno vive una coppia di falchi pellegrini che nei giorni scorsi hanno dato alla luce tre piccoli

La ricetta del porridge senza cottura

Un ex inceneritore romano in disuso si è trasformato in un nido. Qui vive una coppia di falchi pellegrini. Di recente la loro famiglia si è allargata e sulla cima dell’inceneritore sono nati anche tre piccoli.

Siamo a Roma. Lo scorso anno, l’associazione Ornis Italia in collaborazione con la Lipu ha posizionato una una cassetta nido per falchi pellegrini sopra un inceneritore Ama abbandonato, che si occupava di trattare i rifiuti tossici ospedalieri. Qui hanno trovato casa due falchi , che per 15 anni avevano avuto il nido sulla vecchia ciminiera dismessa della raffineria Pantano di Grano, smantellata nel 2018.

I due uccelli erano rimasti senza casa così lo scorso anno l’ornitologo Roberto Scrocca e Alessia De Lorenzis della Lipu hanno chiesto all’associazione Ornis Italia di aiutarli. È stata posizionata allora una cassetta nido sull’ex inceneritore Ama fuori uso da ormai 5 anni e il vecchio e inquinante impianto ha offerto ricovero alla coppia di falchi pellegrini.

Quest’anno la famiglia si è allargata. Dalle quattro uova depositate sono nati tre falchetti che pesano circa 600 grammi.

“Questo chiacchierone è stato inanellato ieri insieme ai suoi due fratelli. Il loro nido è a 30 metri d’altezza sul camino di un inceneritore AMA in disuso. Questa struttura artificiale dà un ottimo punto di vista su tutta la Oasi LIPU Castel di Guido, una riserva naturale tra Roma e il litorale” si legge sulla pagina Facebook di Ornis Italica.

L’associazione ha pubblicato il video sulla propria pagina Facebook:

Qui altri filmati:

https://www.facebook.com/giacomo.giujusa/videos/pcb.3815552281850501/3815416441864085/?type=3&theater&ifg=1

“Ecco i due pulcini che crescono in fretta! Speriamo di poter continuare a monitorare questo nido, che è un posto perfetto per i pellegrini con la sua vista a 360° su un’area naturale protetta” prosegue l’associazione.

https://www.facebook.com/giacomo.giujusa/videos/pcb.3815552281850501/3815416525197410/?type=3&theater&ifg=1

 

Ancora una volta, gli spazi dismessi dall’uomo offrono casa e riparo agli animali.

Fonti di riferimento: Ornis Italica,

LEGGI anche:

C’è  l’uovo! I falchi pellegrini del Pirellone di Milano sono di nuovo in dolce attesa

Falchi sul Pirellone, sono nati i pulcini di Giò e Giulia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook