Raju, l’elefante che ha pianto per la sua liberta’,ancora in pericolo (PETIZIONE)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando gli attivisti hanno salvato l'elefante Raju dalle sue catene, le foto in cui il pachiderma piange nel momento della liberazione sono state condivise da milioni e milioni di utenti di tutto il mondo. Ma tutto questo potrebbe non essere sufficiente: il suo proprietario-aguzzino sta cercando di farsi valere in tribunale per riavere indietro l'animale, mentre il governo sta valutando le accuse di crudeltà contro di lui

Quando gli attivisti hanno salvato l’elefante Raju dalle sue catene, le foto in cui il pachiderma piange nel momento della liberazione sono state condivise da milioni e milioni di utenti di tutto il mondo.

Ma tutto questo potrebbe non essere sufficiente: il suo proprietario-aguzzino sta cercando di farsi valere in tribunale per riavere indietro l’animale, mentre il governo sta valutando le accuse di crudeltà contro di lui.

Per ora il caso di Raju è stato rinviato almeno fino all’11 settembre. “Ci sentiamo molto fiduciosi e ottimisti del risultato. I pochi giorni in più ci permettono di essere ancora più preparati e di cercare di far avere ancora più attenzione su questa ingiustizia. Abbiamo un’opportunità unica per aumentare ancora più la consapevolezza su Raju“, spiegano dal Wildlife SOS, il gruppo che ha salvato l’elefante.

Quando Raju è stato liberato dalle sue catene durante un intervento pericoloso, trasudava pus dalle ferite e presentava enormi ascessi alle zampe. L’animale stava morendo di fame e aveva ferite su tutto il corpo. Il gestore era anche solito strappare i peli della sua cruda per venderli come portafortuna.

raju bef

Per fortuna, però, Raju è stato trasferito in una nuova casa il mese scorso, dove ora è in grado di camminare libero, mangiare buon cibo, ricevere cure mediche, tuffarsi nella sua piscina preferita e socializzare con altri elefanti – tutte cose che gli sono state negate durante i suoi 50 anni di vita in catene dentate che gli hanno scavato la pelle. E l’anima.

Raju ha ancora bisogno di aiuto. Per questo è importante firmare la petizione per chiedere alle autorità indiane di liberarlo per sempre e di punire con una pena esemplare il suo ex-proprietario, CLICCA QUI

Roberta Ragni

Leggi anche:

Raju: l’elefante che piange per la sua liberazione, dopo 50 anni di catene e abusi (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook