Giornata internazionale dei diritti degli animali, perché si celebra il 10 dicembre e cosa possiamo fare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi il mondo celebra i diritti degli animali, per ricordarci quanto la dignità e la libertà di tutti i viventi non andrebbero mai calpestate

Oggi il mondo celebra i diritti dell’uomo e degli animali: una giornata che ci ricorda quanto la dignità e la libertà di tutti gli esseri viventi non andrebbero mai calpestate

Oggi, 10 dicembre, si celebrano i diritti dell’uomo poiché ricorre l’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (1948), ma non solo: a partire dal 1998 questo in questo giorno vengono ricordati e celebrati anche i diritti degli animali, troppo spesso calpestati dall’egoismo umano, che sfrutta le creature per scopi utilitaristici, per divertimento, per ragioni economiche.

In realtà, una vera e propria dichiarazione dei diritti degli animali esiste già (fu depositata all’Unesco il 17 ottobre del 1978): anche se non ha valore giuridico, fornisce comunque delle linee guida etiche e morali per quanto riguarda il comportamento da tenere nel rispetto degli animali. La dichiarazione è strutturata in quattordici articoli che sottolineano come tutti gli animali nascano uguali davanti alla vita e abbiano gli stessi diritti all’esistenza, nonché al rispetto da parte dell’uomo, che ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali e di proteggerli. Inoltre, nessun animale deve essere sottoposto maltrattamenti e ad atti crudeli ingiustificati; in caso di soppressione necessaria, questa deve essere istantanea, senza dolore né angoscia per l’animale. Infine, la dichiarazione sancisce il diritto di ogni animale a vivere libero nel proprio ambiente naturale, a crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita proprie della sua specie, a riprodursi secondo il ciclo naturale.

Le altre giornate dedicate agli animali

La giornata di oggi non è l’unica ad essere dedicata ad un momento di riflessione sulla difesa di tutti gli animali. Il 4 ottobre di ogni anno, in occasione della celebrazione di San Francesco d’Assisi –il santo protettore degli animali, viene celebrato il World Animal Day. Il 24 aprile, invece, è la giornata dedicata agli animali sfruttati nei laboratori per i test. Infine, il 18 agosto vengono celebrati i randagi e gli animali senza dimora.

Cosa possiamo fare per tutelare i diritti degli animali

Spesso non ce ne rendiamo conto, ma ogni nostra azione quotidiana può fare la differenza per la tutela dell’ambiente e per la salvaguardia dei diritti degli animali.

  • Rinunciamo a forme di divertimento che prevedono lo sfruttamento ed il maltrattamento di animali, come circhi o zoo;
  • Quando scegliamo cosmetici e prodotti per la cura del corpo, assicuriamoci che non siano stati testati sugli animali (per assicurarcene, basta verificare la presenza dell’apposito simbolo rappresentante un coniglio barrato);
  • Scegliamo capi di abbigliamento che non abbiano inserti in pelle, pelliccia o piume d’oca (se esempio, giubbini imbottiti); se possibile, evitiamo anche capi di lana e di seta;
  • Limitiamo il consumo di carne e di prodotti di origine animale o, addirittura, passiamo ad un’alimentazione completamente vegetale.

È diritto di ogni essere vivente vivere liberamente, ed è nostra responsabilità permetterlo. Come è stato giustamente detto da Mahatma Gandhi: “Più la creatura è indifesa, più ha diritto alla protezione dell’uomo dalla crudeltà dell’uomo“.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: World Animal Protection / Ministero della Transizione Ecologica

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook