Infezioni urinarie del gatto: sintomi e segnali a cui dovresti prestare attenzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sebbene siano rare, le infezioni urinarie provocano nel gatto uno stress non indifferente. Ma accorgersene per tempo è possibile

Sebbene siano rare, le infezioni urinarie provocano nel gatto uno stress non indifferente. Ma accorgersene per tempo è possibile

Le infezioni urinarie colpiscono i gatti in qualunque momento della loro vita, ma a differenza di altri animali domestici, sono rare e notare lo sviluppo di una infezione alle vie urinarie è più facile nei felini poiché i padroni puliscono di continuo la lettiera e possono immediatamente notare dei cambiamenti nelle abitudini del gatto.

Quando si parla di infezioni urinarie, i veterinari si riferiscono alla cistite batterica o UTI e alla cistite idiopatica felina o FIC o FLUTD dall’inglese feline lower urinary tract disease ossia un insieme di sintomi clinici che crea al gatto problemi all’uretra e alla vescica.

Se il tuo gatto ha una infezione urinaria in corso, la causa potrebbe essere anche una malattia endocrina sottostante, come l’ipertiroidismo o il diabete mellito. Mentre alcune infezioni scompaiono con l’uso di antibiotici, per altre la terapia è più lunga e più complessa, per questo è opportuno correre dal veterinario se il tuo gatto ti lancia alcuni segnali.

Ecco a cosa prestare attenzione.

Sintomi delle infezioni urinarie nel gatto

Un problema comune al tratto urinario nel gatto è la cistite che di solito è associata ai seguenti sintomi:

  • minzione frequente, ma in piccole quantità che i medici chiamano pollachiuria;
  • sangue nelle urine o ematuria che si verifica con la presenza di macchie di sangue nelle urine o urine di un colore insolito;
  • perdita del controllo della vescica con urine al di fuori della lettiera;
  • miagolii di dolore e sforzi al momento della minzione potrebbero indicare una grave infiammazione in circolo, così come la presenza di calcoli nella vescica che impediscono al gatto di urinare normalmente;
  • mancanza di urinazione o anuria è il caso più grave poiché vi è una grave ostruzione che può essere risolta solo con l’intervento tempestivo del veterinario;
  • sete incontrollabile;
  • eccessivo leccarsi dell’area genitale per lenire l’irritazione, ma che può provocare altre infezioni.

Come diagnosticare una infezione del tratto urinario nel gatto

Quando noti nel tuo gatto uno o più di questi sintomi, è opportuno recarsi immediatamente dal proprio veterinario per fare un controllo approfondito del suo stato di salute. Il veterinario ti chiederà se è cambiato qualcosa nelle abitudini del tuo gatto di recente, il suo stile di vita e provvederà alla diagnosi dopo aver effettuato gli esami delle urine così come altre analisi.

Cause delle infezioni urinarie nel gatto

Molte sono le malattie che si manifestano tramite le infezioni urinarie così come i fattori esterni che possono favorirle. Le più comuni sono:

  • urolitiasi ossia la presenza di calcoli di struvite o di ossalato di calcio nell’apparato urinario nel gatto che si formano per via di una alimentazione scorretta del felino. Ci sarebbero però anche delle predisposizioni di razza, così come gatti in sovrappeso e adulti;
  • malformazioni congenite;
  • tumore della vescica;
  • diabete;
  • problemi tiroidei;
  • stress elevato che induce il gatto ad urinare in posti insoliti, a leccarsi senza sosta e a strapparsi il pelo nei casi più gravi.

Trattamenti più comuni delle infezioni urinarie

Ogni caso ha una diagnosi specifica e delle cure da seguire, ma ci sono dei trattamenti più comuni di altri per queste infezioni:

  • ciclo di antibiotici, la terapia antibiotica cura le infezioni più lievi in un tempo relativamente breve. Il veterinario ti prescriverà i farmaci più adatti, fissando poi un successivo appuntamento;
  • lavaggi vescicali per aiutare il tuo gatto ad espellere l’urina accumulata, di cui non riesce a liberarsi da solo per via di una ostruzione. Se l’ostruzione è grave è necessario un intervento chirurgico per rimuoverne la causa;
  • dieta specifica, una alimentazione speciale aiuta il tuo gatto a curare le infezioni ed evitare che insorgano di nuovo, come succede ahimè di frequente. Esistono delle linee apposite di alimenti, chiamate proprio urinary, per aiutare i gatti con problemi urinari;
  • identificare la causa dello stress potrebbe essere essenziale se le infezioni urinarie sono state generate da fattori esterni. Molti gatti possono soffrire per la presenza di più animali in casa, sentendosi abbandonati, e manifestano il loro malessere in questo modo.

Se hai sospetti o ti accorgi che qualcosa è cambiato nel tuo gatto, non esitare a chiamare il veterinario di fiducia. Molti padroni pensano erroneamente che se il gatto non mostri sintomi allarmanti, non abbia la necessità di esser visto da un dottore, saltando gli appuntamenti dal veterinario e ricorrendo a questo solo in caso di emergenza. Per escludere le cause più gravi, è sempre meglio fare al proprio gatto dei controlli regolari con tutte le analisi di routine.

Fonte: animERge

Seguici su Telegram|Instagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Ti consigliamo inoltre:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook