Terribile, un contadino strangola a mani nude un lupo che aveva attaccato e ucciso i suoi cani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Russia nei giorni scorsi un contadino ha strangolato un lupo, forse affamato, per difendere i suoi cani, uccisi dall'animale

Ecco il carrello smart per la spesa

Sono scene scioccanti quelle che arrivano dalla Russia dove nei giorni scorsi un contadino ha strangolato un lupo per difendere i suoi cani, uccisi dall’animale. Immagini che stanno facendo il giro del mondo, registrate da CCTV.

Aveva ucciso i suoi due cani e attaccato il suo cavallo. Così l’uomo, che vive nel nord-est della Russia a Novotroitskoye non ci ha visto più e si è avventato sul lupo a mani nude, strangolandolo e uccidendolo a sua volta.

Nel filmato, che abbiamo deciso di non mostrarvi, si vedono il contadino e il lupo coinvolti in uno corpo a corpo sulla neve. Poi a un tratto, l’uomo afferra l’animale per la gola e lo trattiene fino alla morte. Secondo quanto riportato dai media locali, l’uomo era preoccupato che il lupo potesse attaccare il suo bestiame avendo già ucciso due cani e attaccato un cavallo.

Sono in corso dei test per stabilire se il lupo fosse stato colpito dalla rabbia ma non è escluso che sia stata la carenza di cibo alla base dell’attacco. Ipotesi che appare verosimile anche alla luce di quanto raccontano gli abitanti del villaggio di Novotroitskoye:;

“I boschi vengono distrutti e bruciati, quindi i lupi stanno perdendo le loro solite prede. E’ tutta colpa dell’uomo. È come se i lupi fossero rimasti senza casa, questo è il motivo per cui stanno uscendo dal bosco.”

Non facciamo fatica a crederlo, visto che sta accadendo anche altrove, ad esempio nell’Artico dove gli orsi polari affamati sempre più spesso si avvicinano ai centri abitati alla ricerca di cibo.

Ancora una volta, è solo colpa nostra.

Fonti di riferimento: DailyMail

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook