Questo Labrador coraggioso ha salvato il suo amico umano da un pericoloso serpente a sonagli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Marley è un coraggioso Labrador che ha rischiato la vita per salvare il suo proprietario da un serpente a sonagli che era entrato in casa

Quella di Marley è una storia di cane eroico che ha rischiato la sua vita difendere il suo amato proprietario da un pericoloso serpente a sonagli che stava per entrare in casa. La vicenda, accaduta in California, ha fatto il giro del mondo. Per far da scudo al suo amico umano il Labrador ha riportato due morsi di serpente, ma per il cagnolone ne è valsa la pena, visto che – grazie al suo coraggio – il suo proprietario è salvo.

Stavo aprendo la porta d’ingresso e Marley era proprio dietro di me quando all’improvviso ho sentito un tintinnio alla mia sinistra– racconta Alex, il proprietario di Marley – La reazione istantanea di Marley è stata quella di mettersi tra il serpente a sonagli e me. A questo punto il serpente a sonagli era furioso e Marley ha provato ad afferrare il serpente a sonagli, che lo ha subito morso sulla lingua e sul collo. Tutto è successo così in fretta. Sono stato in grado di afferrare Marley e portarlo dentro dopo i morsi. C’era sangue ovunque e Marley è semplicemente crollato a terra, piangendo dal dolore. Sono andato nel panico e l’ho portato dal veterinario più vicino che era a cinque miglia di distanza.

Purtroppo, però, nella clinica non avevano l’antidoto che serviva a Marley. Così è iniziata una corsa contro il tempo per salvare il coraggioso cagnolone. Infatti, le lesioni riportate avevano causato a Marley gravi gonfiori e difficoltà respiratorie. Dopo essere giunti in un ospedale che distava circa 40 km, finalmente Alex ha potuto tirare un sospiro di sollievo: grazie all’antidoto Marley si è ripreso in fretta e adesso sta bene.

“Il mio cuore batteva forte e non sapevo cosa sarebbe successo dopo. Ad essere completamente onesto, pensavo che sarebbe morto in macchina” racconta Alex.

Tuttavia, le spese mediche non sono affatto economiche, quindi il suo proprietario ha deciso di lanciare un crowdfunding GoFundMe, riuscendo a raccogliere addirittura più di quanto richiesto!

Fonte: GoFundMe

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook