Cani rinchiusi in gabbie per conigli e vittime di traffico illecito: sequestrati 10 cuccioli a Napoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scoperto un ennesimo traffico di cuccioli in Campania. Sequestrati 10 cani in un negozio, dove venivano rinchiusi in gabbie per conigli

Strappati alle loro madri a circa un mese di vita e rinchiusi in piccole gabbie: è l’angosciante sorte toccata a una decina di cuccioli di cane, messi in vendita in un negozio di animali del centro di Napoli. I gestori dell’esercizio pensavano di poter agire indisturbati, ma per fortuna la vicenda si è conclusa con l’intervento tempestivo delle forze dell’ordine che hanno sequestrato i 10 cagnolini.

A segnalare le violazioni le Guardie Zoofile dell’ENPA (Ente Nazionale Protezioni Animali), che hanno subito contattato la polizia locale di Napoli. E il blitz ha confermato quanto denunciato dall’associazione animalista. I poveri cani, nati da circa 30 giorni, venivano detenuti nel negozio in piccole gabbie usate per i conigli e in condizioni incompatibili con le esigenze dei cani.

A quel punto i poliziotti hanno allertato i medici e gli operatori del Servizio Veterinario del presidio ospedaliero Napoli 1. Dagli ulteriori accertamenti, è emersa la mancanze delle certificazioni di provenienza e di nascita degli animali e la condizione di sofferenza a cui erano costretti i 10 cuccioli, che sono stati quindi sequestrati.

Sono due i responsabili individuati che adesso dovranno rispondere di maltrattamento di animali e di traffico illecito di animali provenienti dall’estero. Inoltre, le sono state anche contestate violazioni amministrative sanitarie legate alla messa in vendita di cuccioli di età inferiore ai 60 giorni e privi delle registrazioni anagrafiche. I 10 cuccioli sequestrati sono stati affidati ai veterinari dell’Asl Napoli 1 Centro per le cure necessarie e le vaccinazioni.

Il secondo sequestro nel giro di un mese a Napoli

L’operazione condotta dalle Guardie Zoofile dell’ENPA insieme alle forze dell’ordine è già la seconda nel giro di un mese in provincia di Napoli. Lo scorso 23 dicembre un altro blitz ha portato al sequestro di altri 38 cagnolini di razza, anche questi trafficati illecitamente dall’estero.

Stiamo svolgendo sul territorio campano una fitta serie di indagini – afferma Saverio Capriglione, Ispettore regionale Guardie Zoofile Enpa della Campania – perché il traffico illecito e il maltrattamento dei cuccioli è un problema molto presente in quest’area. Questa è la seconda operazione in meno di un mese che porta al sequestro dei cuccioli. Un’azione necessaria e importante per intercettare un traffico illecito di animali maltrattati e finanche malati, con patologie occultate dall’utilizzi illegale di farmaci portato avanti da criminali senza scrupoli.

 

Fonte: ENPA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook