Giornata mondiale del cane: adottare un amico peloso è una medicina per il cuore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I cani sono davvero i migliori amici dell'uomo. Ma non solo. Ci aiutano a vivere più a lungo e rappresentano una medicina in grado di combattere malattie, ma anche depressione e solitudine

I cani sono molto più di semplici animali da compagnia. Oltre a regalarci amore incondizionato, appresentano una potente medicina per il corpo e per l’anima. Ebbene sì, avere un pelosetto scodinzolante in casa fa bene per svariati motivi. A dirlo non siamo noi, ma la scienza. Lo confermano infatti una serie di studi, che in occasione della Giornata Mondiale del Cane vogliamo approfondire.

Cani, alleati della longevità

Secondo uno studio svedese, condotto su oltre 3 milioni di persone, chi convive con un amico a quattro zampe – in particolare con razze come i Terrier, i Retriever e cani da caccia come i segugi – ha anche un minor rischio di morire precocemente a causa di malattie cardiovascolari. Questo perché avere un cane ci induce inevitabilmente a fare più attività fisica.

I cani fanno bene al cuore

Secondo una ricerca dell’American Heart Association, convivere con un animale domestico, in particolare con un cane, significa avere anche un cuore più sano, oltre che più grande, metaforicamente parlando.
Tra i benefici, l’associazione cita l’esercizio fisico “obbligatorio”: i padroni dei 4 zampe camminano di più e più spesso e hanno il 54% in di più probabilità di raggiungere il livello raccomandato di attività fisica giornaliera. Non solo: hanno anche una pressione sanguigna e il colesterolo generalmente più bassi.

Cani, un rimedio contro la depressione e la solitudine

I pelosetti sono un valido aiuto contro la solitudine. Come emerso da uno studio pubblicato alcuni anni fa sul Journal of Personality and Social Psychology, chi vive con un cane è meno solo, meno depresso, generalmente più felice e aveva una maggiore autostima. Inoltre, i nostri amici a quattro zampe ci aiutano ad essere più socievoli.

I cani abbassano il rischio di eczema infantile e riducono i sintomi dell’asma

I nostri amici a quattro zampe si rivelano anche utili ai soggetti che soffrono di asma e non solo, specialmente i bambini.
Due ricerche, presentate dall’American College of Allergy, Asthma e Immunologia (ACAAI) sostengono che il contatto con i cani in età infantile è in grado di proteggere dall’eczema e ridurre i sintomi dell’asma.

Insomma, adottare un cane ha tantissimi benefici sorprendenti, ma bisogna sempre ricordarsi che non è una scelta che va fatta alla leggera.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook