Alle Canarie il primo sito europeo Patrimonio per la salvaguardia di balene e delfini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La costa ovest di Tenerife diventa sito Patrimonio per la Conservazione e Salvaguardia delle Balene (Whale Heritage Sites – WHS).

La costa ovest di Tenerife diventa sito Patrimonio per la Conservazione e Salvaguardia delle Balene (Whale Heritage Sites – WHS).  È la prima area marina europea a ottenere questo riconoscimento ed essere insignita della certificazione Responsible Watching dal World Cetacean Alliance.

Balena Canarie

@Francis Pérez/ CiaoIsoleCanarie

Si tratta di un ulteriore riconoscimento, che attesta l’enorme lavoro che qui viene svolto da tempo al fine di conservare la straordinaria biodiversità di queste acque. A Tenerife l’osservazione dei cetacei è regolamentata a livello legislativo da vent’anni e le imbarcazioni che effettuano servizio di whale watching devono avere un permesso rilasciato dal Ministero dell’Ambiente del Governo delle Isole Canarie.

La normativa impone turni di avvistamento all’interno di un’area di 500 metri, in cui possono navigare contemporaneamente solo tre barche che devono mantenere una distanza minima di 60 metri dalle balene.

@Francis Pérez/ CiaoIsoleCanarie

Mercedes Reyes, biologa e co-presidente dell’Associazione degli imprenditori per l’avvistamento e la conservazione dei cetacei di Tenerife (ACEST) ha dichiarato:

I turisti sono sempre più responsabili, ma è comunque necessario informarli puntualmente sulle regole che sussistono e far capire loro l’alto livello di salvaguardia nelle Canarie 

@Francis Pérez/ CiaoIsoleCanarie

Nel braccio di mare compreso tra Tenerife e La Gomera vivono 1500 specie di animali e transitano 26 delle oltre 79 specie di cetacei conosciute, compresi delfini, orche e balenottere azzurre, ma anche una colonia di oltre 500 calderoni tropicali, i delfini più grandi che esistono. 

L’elevata presenza di balene e delfini dimostra la salute dell’oceano che circonda le coste dell’arcipelago, perché questi mammiferi si nutrono soltanto quando c’è la garanzia di un ambiente sano. Da qui la certificazione concessa da WHC che evidenzia la grande ricchezza di biodiversità marina in quell’area.

Delfino Canarie 3

@Francis Pérez/ CiaoIsoleCanarie

Non conosco nessuno che torni dall’osservazione dei cetacei senza un grande sorriso e con un cuore pieno di felicità 

continua Reyes

Quando andiamo per mare dobbiamo esser consapevoli che stiamo entrando nel loro mondo, nel loro habitat: ecco perché l’unico modo per farlo è rispettare questi meravigliosi mammiferi

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook