Un altro allevamento italiano di suini dice basta alle gabbie per le scrofe (e mette a loro disposizione lettiere in paglia)

Anche Filiera Madeo, dopo Bompieri, elimina l’uso delle gabbie parto e di gestazione per le scrofe, uno strumento di tortura che causa loro orribili sofferenze

Il produttore calabrese Filiera Madeo, noto per l’allevamento di suini neri di Calabria all’aperto, ha annunciato una significativa evoluzione nella sua politica aziendale. In linea con la campagna SOS Pig di Essere Animali, l’azienda ha deciso di eliminare completamente l’uso di gabbie parto e di gestazione nella nuova filiera di suini bianchi, abolendo anche le mutilazioni della coda e dei denti.

La campagna SOS Pig mira a ridurre la sofferenza dei maiali negli allevamenti intensivi italiani. Filiera Madeo è il secondo produttore italiano ad aderire a questa campagna, dopo Bompieri di cui ci eravamo già occupati.

Questa scelta segna un ulteriore passo avanti verso il miglioramento del benessere animale in Italia. Le gabbie rappresentano infatti un crudele strumento di tortura per le scrofe incinte che si vedono costrette in spazi piccolini dove non riescono neanche a muoversi. Durante l’allattamento devono nutrire i maialini attraverso sbarre di metallo che causano loro infiammazioni ai capezzoli e ferite.

Filiera Madeo 2

@Essere Animali

Non saranno più attuate le mutilazioni dei denti e il taglio della coda

Non è la prima misura volta a garantire condizioni di vita migliori per i suoi suini bianchi. Le scrofe non saranno più confinate in gabbie durante la gestazione e l’allattamento. Invece trascorreranno la gestazione all’aperto, tra gli alberi, e verranno trasferite in ampi recinti al coperto per il parto e l’allattamento.

Questi recinti, con una superficie di circa 9 m², superano le raccomandazioni dell’EFSA, che suggeriscono uno spazio minimo di 7,8 m². Inoltre i recinti sono dotati di paglia e altri materiali per permettere alle scrofe di costruire il nido. La paglia non solo consente ai suini di esprimere i loro comportamenti naturali, ma migliora anche il loro comfort quando sono sdraiati.

L’azienda ha anche eliminato pratiche come le mutilazioni dei denti e il taglio della coda che, sebbene illegali se operate di routine, sono ancora comuni nel settore suinicolo italiano. I maiali destinati alla produzione di carne avranno a disposizione superfici più ampie rispetto a quelle previste dalla normativa e beneficeranno di lettiere in paglia per tutto il ciclo di vita.

Elisa Bianco, responsabile Corporate Engagement di Essere Animali, ha dichiarato:

Il percorso che Madeo ha portato avanti in questi anni e che culmina con questa nuova politica è la testimonianza di come sia possibile integrare anche in una realtà commerciale le richieste della nostra campagna SOS Pig, dall’eliminazione delle gabbie alla disponibilità di lettiere in paglia. Si tratta di passi avanti importanti per ridurre la sofferenza di scrofe e maiali e che sono ormai imprescindibili per tutte quelle filiere che vogliono fregiarsi di marchi di qualità, come le DOP.

Non vuoi perdere le nostre notizie?

Ti potrebbe interessare anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook