Addio Dottor Pet, morto il veterinario dei social che ha fatto appassionare il web ad animali esotici e non

Si è spento alla giovanissima età di 37 anni il veterinario Marco Petrini, per tutti Dottor Pet. Era una star dei social, dove divulgava informazioni sulle specie del regno animale

Ci ha lasciato Marco Petrini, per tutti il mitico Dottor Pet. Così era conosciuto sui social il veterinario di Tivoli che ha dedicato la sua fin troppo breve vita a una grandissima passione: gli animali, esotici in particolare.

Si è spento all’età di 37 anni la scorsa domenica. A dare il triste annuncio è stata la Clinica Veterinaria Guidonia. Petrini lavorava qui, ma non era un semplice collega. Tra i suoi pazienti serpenti, cavie peruviane, ricci e tanti altri animali bisognosi di cure.

Oltre a svolgere quotidianamente la sua professione, il medico veterinario condivideva sui suoi profili video e storie sul regno animale, informando gli utenti su curiosità e leggende metropolitane e avvicinandoli a questo mondo splendido con il sorriso sul volto.

L’ultimo filmato condiviso aveva per protagonisti i pappagallini inseparabili. Era stato diffuso in occasione di San Valentino.

https://www.instagram.com/p/C3UxD4aIIJu/

Ti insegno tutto sui tuoi pets con simpatia! Se non possiedi amore per i pets e umorismo via da qui!” aveva scritto sul suo account Instagram.

E quell’amore lo aveva trasmesso a tutti. Con il suo entusiasmo, la sua professionalità e la sua divulgazione, aveva attirato migliaia di follower, e sensibilizzando anche sull’importanza di adottare consapevolmente un animale e ricordandoci che gli animali non si regalano, a Natale, a Pasqua, come durante l’anno.

@dottorpet

A natale, gli animali non si regalano! Vedendo questo video mi è venuto lo spunto per cercare di insegnarvi una regola che dovete conoscere sul mondo dei pets cioè che: “Gli animali non si usano per fare sorprese!” Quando regaliamo un animale a qualcuno gli stiamo regalando una responsabilità e la vita di un altro essere vivente, se la persona non è pronta si creano solo danni e casini. Non si regala un animale a un figlio perché è stato bravo a scuola se non siamo sicuri che poi saremo noi genitori a prendercene cura. Non si regala un animale solo perché lo abbiamo visto nella teca di un negozio, senza sapere neanche che animale è e cosa mangia. Non si regala un animale a qualcuno solo perché “gli piacciono gli animali” o “ne ha già tanti”. Non si regalano animali a chi non ha neanche un euro per piangere e non potrà quindi mantenerli. Ogni anno dopo le feste una marea di pets vengono abbandonati o ceduti ad altre persone appena passata la gioia e la frenesia del nuovo cucciolo o peggio muiono per incompetenza e impreparazione. Quindi ricordate che un animale si può regalare solo dopo aver informato la persona interessata (addio effetto sorpresa) e solo dopo averla informata di tutti i pro e i contro dell’avere un determinato tipo di animale, delle spese, del tempo e dello stress che un pet suo malgrado può creare al proprietario. A conti fatti, scoprirete che è meglio regalare un peluche! Cosa ne pensate? Avete mai ricevuto un pet in regalo? Come vi siete comportati? Ne parliamo nei commenti e ricordate di taggare qualcuno che proprio non è bravo a fare regali o a cui può interessare questo video! Seguitemi per altre curiosità sugli animali e sui pets! #pet #pets #animaliditiktok #coniglio #conigli #veterinario #animali

♬ suono originale – Marco Petrini

Grazie Dottor Pet!

Non vuoi perdere le nostre notizie?

Fonte: Clinica Veterinaria Guidonia/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale