Tesco non venderà più salviette per neonati e bambini che contengono plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A partire da metà marzo, Tesco interromperà la vendita di salviettine per neonati che contengono plastica, per la prima volta nei supermercati del Regno Unito

Tesco, nota catena di supermercati, è in Gran Bretagna anche il più grande venditore di salviette umidificate. Nei suoi store, sono ben 75 milioni le confezioni vendute ogni anno, per un totale di 4,8 miliardi di salviettine singole. Importante dunque la decisione presa dal gruppo: non si venderanno più salviette per neonati o bambini che contengono plastica.

Una scelta coscienziosa (anche se non ancora sufficiente). Ricordiamo infatti che queste salviette, apparentemente innocue, sono in realtà molto inquinanti e inoltre, se smaltite in maniera scorretta, tendono ad intasare fognature e corsi d’acqua, creando parecchi problemi e portando a blocchi che richiedono complessi interventi per la rimozione.

Tesco ha dichiarato che interromperà la vendita di salviettine per neonati di marca contenenti plastica dal 14 marzo. Sono passati invece già due anni da quando il gruppo ha smesso di utilizzare la plastica nei prodotti del proprio marchio, e tra questi appunto le salviette.

L’azienda ha fatto sapere di averle riformulate con l’intento di eliminare completamente le tracce di plastica (sostituita con viscosa biodegradabile), così come avvenuto anche per altre tipologie di salviette e per la carta igienica umidificata.

È rimasto solo un tipo di salvietta che contiene ancora plastica, quella pensata per gli animali domestici, ma il gruppo promette di rendere anche questa variante priva di plastica entro la fine dell’anno.

Tesco, in realtà, non è il primo rivenditore a rimuovere le salviette più inquinanti dalla vendita per motivi ambientali. La catena di alimenti naturali Holland e Barrett ha vietato la vendita di tutti i prodotti umidificati dai suoi 800 negozi nel Regno Unito e in Irlanda già a settembre 2019, sostituendo l’intera gamma con alternative riutilizzabili. Anche la catena Body Shop ha eliminato gradualmente tutte le salviettine per il viso dai suoi negozi.

Naturalmente, la scelta migliore rimane quella di non acquistare le salviette umidificate, anche quelle che non contengono plastica, in quanto sono comunque usa e getta. Limitiamole dunque a quando davvero non abbiamo alternativa, in tutti gli altri casi meglio usare un po’ d’acqua e un piccolo asciugamano da portare sempre con noi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: The Guardian

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook