Addio plastica, Lidl sviluppa pellicola commestibile a base di rifiuti alimentari per frutta e verdura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una pellicola ecologica ricavata dagli scarti della spremitura di frutta e verdura verrà presto utilizzata dai supermercati Lidl Svizzera

Lidl Svizzera, in collaborazione con il Laboratorio di scienza dei materiali (Empa), sta sviluppando una nuova pellicola ecologica per rivestire la frutta e la verdura che viene venduta nei suoi store. Lo speciale film protettivo si ottiene dagli scarti di frutta e verdura.

È ormai chiaro che dobbiamo limitare il più possibile l’utilizzo di plastica e in tutto il mondo si cercano valide alternative a questo materiale. Gli imballaggi in plastica nel settore alimentare proteggono frutta e verdura dal deterioramento, ma di contro creano anche grandi quantità di rifiuti.

Dalla Svizzera arriva una novità in questo senso. Parliamo della speciale pellicola protettiva a base vegetale nata dalla collaborazione tra Lidl ed Empa.

Il nuovo film ecologico si realizza da cellulosa vegetale fibrillata ottenuta dalla sansa, ovvero da bucce pressate di frutta e verdura, quei residui solidi rimasti dopo aver spremuto il succo. Si tratta quindi di un ottimo sistema anche per recuperare gli scarti vegetali.

La pellicola viene applicata sulla frutta semplicemente spruzzando sopra il rivestimento oppure per immersione. La comodità è che, per eliminarlo, basta passare il tutto sotto l’acqua corrente. Inoltre come scrive l’Empa:

Essendo innocuo per il consumatore, può anche essere consumato senza problemi. Il potenziale del rivestimento in cellulosa è tutt’altro che esaurito: è possibile aggiungere additivi come vitamine o antiossidanti, ecc.

Il grande vantaggio di questa alternativa è non solo quello di evitare l’utilizzo di plastica ma anche la capacità di mantenere la frutta fresca più a lungo rispetto alle pellicole sintetiche, di fatto evitando un maggior numero di sprechi alimentari.

Nei test condotti dai laboratori dell’Empa si è visto che la durata di conservazione delle banane potrebbe essere prolungata di oltre una settimana.

L’innovativa pellicola sviluppata dall’Empa sarà testata e ulteriormente migliorata nei prossimi due anni insieme a Lidl Svizzera e un fornitore di frutta e verdura. L’obiettivo è quello di utilizzare la nuova tecnologia in tutte le oltre 150 filiali Lidl in Svizzera.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: EMPA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook