Pescano più plastica che pesce. Le tristi immagini del futuro che è già qui

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Miglia e miglia di fili di plastica, questo è quanto ha riservato la pesca a questi pescatori della Cornovaglia.

Ecco il carrello smart per la spesa

Miglia e miglia di fili di plastica, questo è quanto ha riservato la pesca a questi pescatori della Cornovaglia. Qui, infatti, una nave che raccoglie granchi ha estratto dal mare di tutto fuorché quello che cercava. 

È l’equipaggio del Nimrod TO30 con base a Newlyn a raccontarlo. Una pena vedere tutta quella plastica, dicono con la consapevolezza di chi è nato in cui luoghi e vede un posto che dovrebbe essere incontaminato letteralmente attanagliato dall’inquinamento. 

Siamo a sud delle isole di Scilly, un paradiso, e più di un’ora ci hanno messo a tirare fuori quell’ammasso di plastica e portarlo a smaltire.

Quella plastica sarebbe stata in mare per chissà quanti anni se non l’avessimo presa. Avrebbe facilmente ucciso migliaia di animali, quindi mi sento bene a prendermi il tempo per farlo“, scrive Ben Rowse, Skipper del Nimrod TO30.

Una triste verità. Di animali marini uccisi dalla nostra plastica abbiamo riempito pagine e pagine di cronaca.

Fonte:  The Real Cornish Crab Co.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook