L’Etna torna alla carica con un’eruzione mozzafiato: disagi all’aeroporto di Catania (a causa della cenere vulcanica)

Etna Show: il maestoso vulcano siciliano ci regala una nuova spettacolare eruzione con affascinanti fontane di lava e una nube di cenere alta 4,5 km, che è caduta su Catania (causando diversi disagi)

Sua Maestà l’Etna torna ad infiammarsi e a sorprenderci con una delle sue grandiose eruzioni. Ieri pomeriggio il cielo è stato oscurato da un’enorme nube di cenere lavica, alta circa 4,5 km, emessa dal cratere Voragine.

In serata lo show è diventato mozzafiato con potenti fontane di lava incandescente, che hanno tenuto ipnotizzati i sicilani e i turisti. Tanta bellezza, ma anche parecchi disagi, dato che l’eruzione è stata accompagnata da ricaduta di sabbia vulcanica su Catania, spinta dal vento verso Sud-Est, fino a Siracusa.

Aeroporto chiuso e disagi a causa delle ricaduta di cenere

Sempre per via dell’eruzione dell’Etna e della presenza di cenere eruttiva sulle strade, il sindaco di Catania Enrico Trantino ha disposto un limite di circolazione a 30 chilometri orari per 48 ore e vietato la circolazione a tutti i mezzi a due ruote, biciclette comprese, per limitare il rischio di incidenti.

Il parossismo ha causato disagi anche ai viaggiatori. La SAC, società che gestisce l’aeroporto Fontanarossa di Catania ha comunicato uno stop temporaneo delle operazioni di volo perché la pista è inagibile per via dela presenza di cenere vulcanica. Gli arrivi e le partenze sono stati quindi temporaneamente sospesi fino a quando la sabbia non sarà rimossa: secondo le stime, la situazione dovrebbe tornare alla normalità a partire dalle 15.00 di oggi.

Non vuoi perdere le nostre notizie?

Fonte: SAC/Ingv

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook