Brendon Grimshaw, l’uomo che da solo ha costruito una riserva naturale per salvare le specie in via d’estinzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E' stato soprannominato il "nuovo Robinson Crusoe"  per aver passato l'intera vita a salvaguardare la fauna e la flora della "sua" isola

Pitture ecologiche e naturali per la casa

Brandon Grimshaw era allora un neo 40enne quando decise di stravolgere completamente la sua vita da giornalista e di dedicarsi alla natura. Dopo un viaggio di piacere nell’estate del 1962 l’inglese acquistò per la modica cifra di 8.000 sterline il piccolo isolotto abbandonato di Moyenne, una delle 115 isole dell’arcipelago delle Seychelles situata lungo la costa settentrionale.

Le spiagge paradisiache di Moyenne e la natura incontaminata apparvero agli occhi di Grimshaw come il luogo perfetto per ricominciare e vivere una nuova fase, ma l’isolotto era pur sempre abbandonato e gli interventi da fare per riqualificarlo non avevano fine. In più le sorti di Moyenne sembravano essere già segnate e minacciate dal boom turistico che stava interessando le adiacenti isole dell’arcipelago e che l’avrebbe trasformata in resort e villaggi.

Fu così che Grimshaw, grazie anche alla profonda amicizia che strinse con Rene Antoine Lafortune, il figlio di un pescatore del luogo, iniziò a trasformare la sua Moyenne per renderla un parco naturalistico.

I due piantarono oltre 16.000 alberi di mango, papaya, mogano e palma che hanno attratto nel corso del tempo tantissime specie di uccelli nonché le tartarughe giganti di Aldabra, una specie a rischio estinzione di cui oggi se ne contano una 50ina solo sull’isola di Grimshaw. Brandon e Rene continuarono a curare l’isola senza sosta, ma a differenza del figlio del pescatore, Grimshaw risiedeva permanentemente lì e non ha mai abbandonato Moyenne dal momento in cui vi mise piede per la prima volta.

Nel 2009, due anni dopo la scomparsa di Rene, Brandon Grimshaw firmò un accordo con il governo delle Seychelles che includeva Moyenne nel parco nazionale protetto del Ste. Anne Marine Park e così l’isola acquisì lo status di Moyenne Island National Park,  il parco nazionale più piccolo al mondo. Seppure minuscolo, secondo una stima, l’isola di Moyenne avrebbe più specie vegetali per mq rispetto a qualsiasi altro parco nazionale del mondo. 

Nel corso degli anni Grimshaw ha ricevuto offerte da magnati esteri, desiderosi di acquistare l’isola, ma le ha sempre respinte per proteggere il paradiso tropicale che ha costruito da zero con le sue mani. Nel 2012 Brandon Grimshaw si spense e nel suo testamento espresse la volontà di mantenere l’isola di Moyenne

 come luogo di preghiera, pace, tranquillità, relax e conoscenza per le Seychelles e per i visitatori d’oltremare di tutte le nazionalità, colori e credo

Fonte: BBC

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo inoltre:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook