Avvistata la prima marea nera in Sri Lanka: fuoriuscito il diesel che si trovava nei serbatoi della superpetroliera andata a fuoco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La nave si è leggermente inclinata verso il punto in cui è scoppiato l'incendio e del diesel è fuoriuscito dai serbatoi.

Come si temeva, una marea nera è stata individuata a circa 1 chilometro dalla superpetroliera che giovedì scorso si è incendiata al largo della costa orientale dello Sri Lanka.

La nave si è leggermente inclinata verso il punto in cui è scoppiato l’incendio a causa della grande quantità di acqua spruzzata per spegnere le fiamme”, si legge in un comunicato della Marina militare del paese.

La marina aveva detto in precedenza di avere “pieno controllo”  su quanto era accaduto sulla petroliera.

È stata osservata una stretta macchia di gasolio che si estende fino a un chilometro di distanza dalla nave – continua la nota. Negli ultimi giorni, le squadre antincendio hanno continuato a sollevare un enorme volume di acqua di mare per estinguere il fuoco a bordo. Di conseguenza la sala macchine della nave è stata inondata di acqua di mare, facendola giacere in una posizione chiamata ‘assetto a poppa’. In questo contesto, si ritiene che il diesel che era stato immagazzinato in serbatoi rotti vicino alla sala macchine fosse stato mescolato con acqua allagata e fuoriuscito a causa del cambio di posizione della nave.

Tuttavia, il deposito di petrolio greggio della nave in difficoltà è ancora al riparo dal fuoco e al momento non vi è alcun pericolo che la nave coli petrolio in mare”.

Il primo incendio era scoppiato giovedì scorso nella sala macchine del New Diamond e si era diffuso fino al ponte. A bordo c’erano 23 membri e milioni di barili di greggio. Sembrava essersi spento, ma ieri 7 settembre ne era divampato uno nuovo. Il rischio di disastro ambientale sembrava sin dall’inizio molto alto. Ora c’è la conferma.

Fonte: Sri Lanka Navy

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook