Scatole di Natale: come fare un regalo ai più bisognosi, anche senza conoscerli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tornano le Scatole di Natale da regalare ai più bisognosi, un’iniziativa che anche quest'anno si ripete grazie a Marion Pizzato.

Lite tra elefanti

La raccolta a Milano finirà domani 11 dicembre, ma c’è ancora tempo per replicare questa bellissima iniziativa in ogni città!

Una vecchia scatola di scarpe da riempire per far felice qualcuno! Tornano le Scatole di Natale da regalare ai più bisognosi, un’iniziativa che anche quest’anno si ripete grazie a Marion Pizzato, che l’anno scorso ebbe un’idea geniale e riuscì a organizzare una rete diffusa per destinare a chi ne ha bisogno delle cose. 

Non sempre cose utili, ma sicuramente “gesti che scaldano il cuore” e così fino a domani 11 dicembre tutto ciò che serve è soltanto una scatola di scarpe da riempire con qualche indumento, qualcosa di goloso o un prodotto utile per la cosmesi, senza dimenticare un biglietto gentile. Poi la scatola va incartata e spedita come un regalo da lasciare sotto l’albero.

Leggi anche: Scatole di Natale: l’iniziativa facile, facile per fare un regalo ai più bisognosi della tua città

Scatole di Natale è un progetto di solidarietà per dare un po’ di gioia ai più bisognosi in questo periodo strano e difficile ma pur sempre natalizio!, racconta Marion sulla pagina Facebook creata per l’occasione, seguita ormai da oltre 20mila persone.

https://www.facebook.com/scatoledinatalemilano/posts/316468516957493

Come inviare una Scatola di Natale

Come spiega Marion Pizzato:

Prendi una scatola delle scarpe e mettici dentro 1 cosa calda (guanti, sciarpa, cappellino, maglione, coperta ecc.), 1 cosa golosa, 1 passatempo (libro, rivista, sudoku, matite ecc.), 1 prodotto di bellezza (crema, bagno schiuma, profumo ecc.) e 1 biglietto gentile… perché le parole valgono anche più degli oggetti.
E poi fa delle precisazioni:
 
Per la Scatola Uomo/Donna:
  • La Cosa Calda e il Passatempo: possono essere “usati” ma in buono stato
  • La Cosa Golosa: Ccibo non deperibile e nuovo
  • Il Prodotto di Bellezza: deve essere nuovo
  • Il Biglietto Gentile: forse la cosa che scalderà di più il cuore di chi aprirà la scatola

Scatola Bimbo:

  • La Cosa Calda e il Passatempo: possono essere “usati” ma in buono stato – indicare sempre età e sesso sulla scatola
  • La Cosa Golosa: caramelle sarebbero apprezzatissime
  • Il Prodotto di Bellezza: un dentifricio o uno spazzolino per bambini
  • Il Biglietto Gentile: un disegno fatto dal vostro bambino potrebbe essere un bellissimo pensiero

Incarta la scatola, decorala e scrivi in un angolo a chi è destinato il dono: donna, uomo o bambino/a (aggiungere fascia età).

Dove consegnarla? Nei post sulla pagina Facebook viene pubblicata di volta in volta la lista dei punti di raccolta di Milano e fuori Milano e nella sezione eventi i momenti di raccolta a San Siro.
 
Tutto ciò accade a Milano, ma perché non “copiare” l’iniziativa delle “Scatole di Natale – Milano” e replicarla nella propria città?
 

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook