Toto è stato adottato! Trova casa il cane che aspettava il proprietario defunto fuori dall’ospedale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La sua storia sta facendo il giro del mondo. Un labrador è rimasto per una settimana fuori dall’ospedale in cui era ricoverato il suo amico umano. Toto, è questo il suo nome, lo ha atteso per 7 lunghi giorni, sperando di rivederlo ma l’uomo è morto.

Un nuovo Hachiko, questa volta argentino, sta commuovendo il mondo. Il labrador di 6 anni ha atteso speranzoso il suo amico davanti alle porte dell’ospedale Pablo Soria, a San Salvador de Jujuy, in Argentina.

Purtroppo non sapeva che non l’avrebbe più rivisto. Il cane spesso andava a fargli visita insieme ai parenti mentre l’uomo era ricoverato. Ma durante l’ultimo viaggio, la famiglia del defunto ha dimenticato Toto in ospedale. In realtà, si teme che lo ha abbandonato lì.

Il povero animale, ignaro, è rimasto immobile in attesa di rivedere l’uomo con cui aveva trascorso gran parte della sua vita.

La sua storia ha commosso tutti ed è stata condivisa sui social network da un’organizzazione che si occupa di tutela degli animali. Dafne Rodríguez, membro dell’organizzazione, ha spiegato che Toto è alla ricerca di una nuova famiglia che possa prendersi cura di lui.

Tra l’altro il labrador, visitato di recente da un veterinario, ha un tumore a una zampa quindi subirà un intervento chirurgico nei prossimi giorni. Sarà l’organizzazione a pagare le spese per l’operazione.

Toto si riprenderà presto ma ciò di cui avrà davvero bisogno, dopo le cure mediche, sarà una famiglia che possa accoglierlo.

Amici argentini, fatevi sotto!

AGGIORNAMENTO DEL 20 MARZO

Dopo gli appelli e le richieste di aiuto provenienti da tutto il mondo, il labrador è stato adottato. Toto ha trovato una famiglia che lo aspetta a braccia aperte una volta dimesso dalla clinica veterinaria. La sua nuova casa avrà un grande giardino dove il cane potrà giocare, ma recintato per evitare che possa fuggire per tornare all’ospedale dove ha atteso il suo defunto proprietario. Per lui inizia una nuova vita e ne siamo felici!

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook