yoga meditazione natura

Praticare Yoga e meditazione immersi nella natura ci dà davvero una marcia in più. In realtà possiamo provare a praticare in qualsiasi luogo in cui ci sentiamo a nostro agio, ma il contatto con gli spazi naturali aggiunge i propri benefici a quelli che otteniamo dedicandoci allo Yoga e alla meditazione.

Ecco perché soprattutto durante la bella stagione alcuni centri Yoga organizzano degli incontri di meditazione o di pratica delle asana al parco oppure abbinano queste attività ad una passeggiata in montagna.

Nella nostra vita quotidiana tendiamo a trascorrere molto tempo in ambienti chiusi, a meno che il lavoro che svolgiamo o lo sport che pratichiamo ci portino a vivere all’aria aperta. Se abbiamo bisogno di aumentare il nostro tempo da trascorrere fuori casa, quando possiamo possiamo associare un pomeriggio da passare all’aria aperta con la pratica delle asana e della meditazione.

Praticare Yoga e meditazione infatti significa trovare una connessione con noi stessi e con il mondo che ci circonda. Molti secoli fa gli antichi Yogi hanno iniziato a meditare immersi nelle foreste e a considerare la natura come un tempio. Nel corso del tempo in questi luoghi speciali sono nati monasteri e centri di meditazione, che a volte sono collocati in radure tra gli alberi.

Per meditare e praticare Yoga – e soprattutto per portarne i benefici nella nostra vita quotidiana – non abbiamo bisogno di fuggire in Oriente o di andare alla ricerca di un eremo ad ogni costo. Possiamo innanzitutto provare a meditare nella stanza della nostra casa che preferiamo, per poi cogliere qualche occasione per dedicarci allo Yoga e alla meditazione in un parco, in un prato o semplicemente nel nostro giardino, o ancora vicino a degli alberi. In questo modo potremo sentire su di noi l’effetto rigenerante del contatto con la natura.

Gli spazi naturali hanno il vantaggio di regalarci tranquillità, bellezza e silenzio. Il contatto con la natura può aiutarci a risvegliare il nostro potenziale umano e spirituale. Non c’è forse niente di più piacevole che camminare a piedi nudi in un prato o passeggiare tra gli alberi per ritrovare nuova energia.

Esistono molte tecniche di meditazione. I monaci tibetani, ad esempio, praticano la meditazione camminata, in cui ci si concentra sui propri passi e sul respiro per mantenere la propria attenzione sul momento presente.

Ovunque possiamo praticare la meditazione da seduti seguendo il metodo che preferiamo. I principianti possono semplicemente sedersi comodi a gambe incrociate, chiudere gli occhi e concentrarsi sul ritmo del proprio respiro, sui suoni della natura o sui segnali inviati dal corpo.

Quando meditiamo o pratichiamo Yoga a contatto con la natura, tutto il nostro rispetto va al mondo che ci circonda, alla Terra e alle sue creature. Ogni filo d’erba prende vita e così facciamo anche noi, in un’ottica di benessere e di rinnovamento.

È come se la natura avesse un messaggio da sussurrarci rivolto proprio a noi. Prima di iniziare a meditare o a praticare le asana possiamo ammirare il paesaggio che ci circonda, rivolgere la nostra attenzione agli alberi che ci circondano e immedesimarci nella loro resistenza al sole, alla pioggia e ad ogni condizione climatica giorno dopo giorno. Possiamo anche provare ad abbracciare un albero, come ci insegna la silvoterapia.

Dopo aver ammirato la bellezza della natura che si manifesta attorno a noi, ci sentiamo più pronti per dedicarci alla meditazione e anche la concentrazione nella pratica delle asana sarà migliore. Ciò perché la nostra mente e il nostro corpo nel corso dei secoli si sono sviluppati proprio a contatto con gli elementi naturali.

Quando ci impegniamo a ritrovarli, ci sentiamo nuovamente a casa. La pace e la tranquillità della natura inizieranno a fluire dentro di noi quando troveremo il nostro posto preferito nel verde per dedicarci allo Yoga e alla meditazione e avremo risultati straordinari, che poi potremo richiamare alla mente durante la pratica quotidiana tra le mura di casa o in altri ambienti chiusi. Non è davvero un caso che molte posizioni dello Yoga imitino proprio la natura e i suoi elementi. Quindi apriamo il nostro cuore, rilassiamo la mente e lasciamoci cullare. Ci sentiremo rigenerati e pronti ad affrontare le difficoltà della vita.

Marta Albè

Fonte foto: Share Twenty

Leggi anche:

Yoga: ecco come trasforma corpo e mente dalla prima lezione in poi

Meditazione: il miglior rimedio naturale contro ansia e depressione

Meditazione: come 10 minuti al giorno possono cambiare in meglio la vita

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram