Alimentazione e colesterolo: Il giusto menu per la prevenzione e il trattamento del colesterolo cattivo

colesterolo

ALIMENTAZIONE E COLESTEROLO

Il giusto menu per la prevenzione e il trattamento del colesterolo cattivo

MERCOLEDÌ 27 SETTEMBRE ORE 21:00

Il colesterolo è uno dei parametri ematici che desta più preoccupazioni. La predisposizione genetica, l’alimentazione scorretta, la sedentarietà e l’eccesso di peso sono tra i principali fattori in grado di causare ipercolesterolemia.

Il timore diffuso, a fronte di un eccesso di colesterolo a livello ematico, è quello di poter sviluppare una malattia cardiovascolare nel giro di qualche anno. Tutti sappiamo infatti che un’alta concentrazione di colesterolo è responsabile della formazione delle placche ateromasiche che, restringendo il lume delle arterie, compromettono la circolazione del sangue con conseguente sofferenza dei tessuti e degli organi.

Se abbiamo una storia familiare di ipercolesterolemia e di malattie cardiovascolari probabilmente siamo più predisposti a sviluppare nel tempo questo tipo di problemi (la genetica è un fattore non modificabile) ma tutti abbiamo la grande chance di fare prevenzione.

Prima di intraprendere una terapia farmacologica è d’obbligo intervenire sui fattori modificabili vale a dire sull’alimentazione e sullo stile di vita. E poiché alla base dell’aterosclerosi vi è un processo infiammatorio, la dieta ideale non si costruisce solo togliendo gli alimenti incriminati ma anche aggiungendo quelli dotati di azione anti-ossidante e anti-infiammatoria.

Nel webinar parleremo di questo e di molto altro

Corso gratuito

Durata: 1 ora circa

roberta martinoli

Roberta Martinoli è nata a Roma nel 1971. Qui vive e lavora alternandosi tra la professione di Medico Nutrizionista e il bel mestiere di essere mamma. Da sempre animata da una grande passione per il verde e per gli spazi aperti dopo la maturità classica si è iscritta alla Facoltà di Scienze Agrarie.

Rientrata in Italia dopo un’esperienza all’estero ha conseguito dapprima il Dottorato di Ricerca in Fisiologia dei Distretti Corporei e poi la laurea in Scienze della Nutrizione e dell’Alimentazione Umana e quella in Medicina e Chirurgia.

Attualmente sta seguendo un percorso triennale in Omeopatia e Omotossicologia. Crede fortemente in un approccio terapeutico integrato che tenga conto degli aspetti psicologici, neurologici, endocrini e immunologici della persona ed è convinta che il cibo sia la prima terapia!

Per iscriverti al corso clicca qui!

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

corsi pagamento

seguici su facebook