Vivisezione e farmaci pediatrici: ricerca cruelty free anche per i bambini

viviesezione gava

Una bellissima vignetta dal sapore amaro, disegnata da Marco Gavagnin, mitico illustratore dalle mille risorse, accompagna una nota della Lav sui limiti del modello animale nella sperimentazione dei farmaci pediatrici.

L’indice di fallimento della sperimentazione con il modello animale, infatti, supera il 90%, esponendo la nostra specie a dati fortemente fuorvianti e pericolosi, spiega la Lav. E i bambini? Le differenze metaboliche, di superficie corporea, di volume di distribuzione tra adulto e bambino fanno si che l’80% dei farmaci usati in pediatria siano “off label” o non autorizzati,secondo quanto riporta l’associazione.

I dosaggi per minori, infatti, sono spesso derivati da quelli per gli adulti e semplicemente ricalcolati in base al peso corporeo. Ma nei bambini il rapporto superficie corporea/peso può essere fino a tre volte maggiore che negli adulti, provocando un maggiore assorbimento dei farmaci per somministrazione topica. Il metabolismo e l’eliminazione dei farmaci, inoltre, vanno incontro nel tempo a forti processi di sviluppo e possono variare moltissimo nelle diverse fasce di età.

Nuove branche scientifiche come la farmacogenomica e l’epigenetica, che dimostrano l’alta specificità delle cure in relazione all’individuo, sono in grande sviluppo. In molte Nazioni si promuovono le ricerche condotte su modelli non animali, ma non in Italia, che non sembra voler “approfittare” neanche dei fondi messi recentemente a disposizione dall’UE con il progetto Horizon 2020 (che ha stanziato più di 72 miliardi per i metodi alternativi). Eppure sono moltissimi gli Italiani che per i loro bimbi vorrebbero una ricerca più predittiva e cruelty free.

Seguimi su Facebook – Seguimi su Twitter

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

corsi pagamento

seguici su facebook