Stop Vivisection, un’iniziativa popolare per dire BASTA alla vivisezione!

vivisezione

L’Unione e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze e del benessere degli animali in quanto esseri senzienti” recita l’articolo 13 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea. Ma come ben sappiamo non c’è niente di più falso, dato che è del tutto legale massacrare ogni anno milioni di animali attraverso quella pratica barbara chiamata vivisezione.

Di tutti i crimini neri che l’uomo commette contro Dio ed il Creato, la vivisezione è il più nero” diceva Gandhi, e se proprio non è il più nero di tutti certamente si trova ai primi posti di una ipotetica black list. E non solo, c’è anche da considerare che i risultati ottenuti con la vivisezione, nella gran parte dei casi, non sono affidabili se applicati all’uomo. Si tratta quindi di una pratica non solo crudele ma anche inutile, almeno a detta di buona parte del mondo scientifico che propone di archiviare la sperimentazione sugli animali per avere l’opportunità di testare nuove e più fruttuose tecnologie.

Finalmente, però, si muove qualcosa di più concreto per interrompere gli esperimenti sugli animali… Ad aprile 2012 è nata Stop Vivisection, un’iniziativa popolare che si propone di raccogliere entro marzo 2013 un milione di firme da inviare alla comunità europea per far sì che venga abrogata la direttiva 2010/6 3/UE (detta “per la protezione degli animali utilizzati a scopi scientifici”). In alternativa si chiede che vengano utilizzati per la ricerca biomedica e tossicologica dati specifici per la specie umana e non dati ottenuti da torture inflitte agli animali. E metodi sostitutivi ci sono…quello che manca è solo la voglia (o l’interesse?) di lavorarci su!

Una volta presentate le firme, la Commissione Europea sarà obbligata ad analizzare le richieste dei cittadini entro tre mesi dal deposito, organizzando un incontro pubblico con il comitato organizzatore.

Bene. Detto questo è importante che ci attiviamo tutti nel nostro piccolo! E’ possibile firmare online o farsi promotori di una raccolta di firme cartacea richiedendo i moduli direttamente sul sito. Basta compilare il form e aspettare di ricevere le istruzioni e i moduli ufficiali per raccogliere le firme (c’è un po’ da attendere dato che chi gestisce il sito deve verificare di volta in volta la correttezza dei dati e registrare gli accrediti). Si può agire come singoli ma anche attraverso comitati locali… Se sposate la causa ma non avete tempo da dedicare, potete sempre fare una piccola donazione con bonifico bancario presso Banca Etica al seguente conto:

IT04I0501804600000000145175 intestato a Varrica Adriano per iniziativa STOP VIVISECTION oppure utilizzando PayPal accedendo al sito e cliccando su ‘donazioni’ nel riquadro in basso a destra.

Per essere sempre informati sull’iniziativa iscrivetevi alla newsletter o alla pagina Facebook di Stop Vivisection.

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook