Vacuum addominale, l’esercizio di respirazione più efficace dei crunch per avere la pancia piatta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai sentito parlare del vacuum addominale? Si tratta di un esercizio semplice e adatto a tutti che, se praticato con una certa costanza, promette diversi benefici tra cui quello di favorire una pancia piatta senza grandi sacrifici.

Il vacuum addominale (o stomach vacuum), letteralmente aspirare lo stomaco, è un esercizio di respirazione ventrale utilizzato in alcune pratiche yoga, nel pilates ma anche nel body building. Si tratta in sostanza di un allenamento che consente di tonificare i muscoli addominali (soprattutto il trasverso) senza fatica e con ottimi risultati, a patto ovviamente di praticarlo regolarmente.

I benefici del vacuum addominale

Il beneficio più evidente e apprezzato del vacuum addominale è senza dubbio quello di favorire la pancia piatta, proprio grazie all’allenamento compiuto in profondità sui muscoli. Naturalmente se associamo a questo una sana alimentazione i benefici raddoppiano.

Allenare il muscolo trasverso portando in dentro i visceri aiuta anche ad avere una postura corretta, una maggiore stabilità del corpo e di conseguenza protegge la colonna vertebrale da possibili danni. Questo esercizio può anche contribuire a ridurre la diastasi addominale e va a stimolare positivamente la zona del pavimento pelvico.

Il grande vantaggio del vacuum, rispetto ad esempio ai più classici addominali, è che non stressa il fisico e può essere eseguito da tutti. Non c’è infatti alcun rischio di sollecitare troppo la schiena o la cervicale. Inoltre può essere eseguito comodamente a casa, in ufficio o ovunque vi troviate.

Allenarsi quotidianamente con questo esercizio aiuta anche ad allentare lo stress, ossigenando l’organismo e il cervello. Tale respirazione, infatti, è in grado di calmare il sistema nervoso.

Infine il vaccum addominale può aiutare in caso di colon irritabile o altri problemi intestinali dato che stimola la peristalsi.

Come eseguire l’esercizio

Si inizia facendo alcuni respiri profondi (2-3) poi il movimento da compiere è molto semplice: spingere la pancia e l’ombelico in dentro al massimo, espirando fuori tutta l’aria e rimanendo in posizione fino alla successiva inspirazione. È fondamentale ovviamente imparare a coordinare la respirazione con la contrazione degli addominali.

Si consiglia di eseguire l’esercizio ogni giorno per 5- 15 volte di fila (allenatevi aumentando piano piano sia il numero di ripetizioni che il tempo in cui rimanente con l’addome tirato in dentro partendo da 5 secondi).

Il vacuum si eseguire in piedi leggermente piegati in avanti in modo da poggiare le mani sulle ginocchia, in piedi con le gambe divaricate e le mani sui fianchi, ma anche seduti in posizione yoga o ancora sdraiati a terra sulla schiena.

Per avere più chiaro l’esercizio potete guardare i seguenti video.

Consigli utili

Per ottenere il massimo dei benefici e non fare errori è bene:

  • eseguire l’esercizio sempre lontano dai pasti
  • iniziare con gradualità considerando che all’inizio l’esercizio può risultare difficile e procurare qualche leggero fastidio (soprattutto se si soffre di colon irritabile) ma piano piano con l’allenamento la situazione migliorerà
  • da evitare se si soffre di ernia inguinale

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook