@ Gianmarco Tamberi/Instagram

Gianmarco Tamberi e la medaglia più pesante: è oro nel salto in alto a Tokyo 2020

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gianmarco Tamberi, 29 anni, vince la medaglia d’oro ex aequo con l’atleta del Qatar Barshim. Un successo atteso da cinque anni quando un infortunio alla caviglia un mese prima dei giochi olimpici di Rio gli aveva impedito di partecipare. Dopo una gara perfetta, senza nessun errore, l’atleta marchigiano chiude a 2 metri e 37, fallendo i salti successivi a 2,39 metri. Dopo l’incredibile e meritatissima vittoria, l’atleta piange di fronte a quel gesso che aveva indossato cinque anni prima, quando non poté partecipare a Rio 2016. Su quel cimelio campeggia ancora la scritta, incoraggiante quanto profetica, Road to Tokyo 2020.

Nato ad Ancona nel 1992, Gianmarco Tamberi (detto Gimbo) è uno degli atleti più promettenti della nostra nazionale. La sua carriera esplode nel 2014, quando conquista il primato italiano di salto in alto riuscendo a saltare 2,39 metri – nella stessa stagione in cui si consacra anche campione europeo e campione mondiale indoor. Dopo l’infortunio del 2016, il ritorno sul tappeto è tutt’altro che facile: torna a gareggiare (e a vincere) solo nel 2019, divenendo nuovamente campione europeo. Ma il suo sogno sono le Olimpiadi di Tokyo 2020, che la pandemia da Coronavirus fa slittare di un anno.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook