Il Super Bowl fa risparmiare il 5% di energia elettrica agli USA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Super Bowl. L’evento più atteso dell’anno negli Stati Uniti paralizza letteralmente il Paese, anche dal punto di vista dei consumi energetici. Lo scorso anno, l’incontro che assegna il titolo della NFC (National Football League) ha richiesto 11 miliondi di kw/h consumati dagli oltre 111 milioni di spettatori americani incollati alla TV. Il boom degli sprechi di energia? Nient’affatto. Durante il Super Bowl, infatti, la quantità di energia consumata dalla nazione scende in maniera evidente.

Incredibile ma vero. Con tutti (o quasi) gli occhi puntati sullo schermo per guardare quello che gli americani considerano l’evento sportivo dell’anno, non c’è spazio per altro. La OPower, società di consulenza energetica, ha pubblicato un rapporto secondo cui durante l’edizione 2012 del Super Bowl il consumo di energia elettrica negli States è sceso precipitosamente.

Di quanto? Aprite bene le orecchie. Durante la partita è stata registrata una diminuzione della richiesta di energia elettrica del 5% rispetto a quella utilizzata normalmente nella stessa fascia oraria.

OPowerSuperBowl

Analizzando i consumi di 91mila famiglia nella parte occidentale del paese, la società ha notato che dalla mattina fino a metà pomeriggio, la domenica del Super Bowl era stata una giornata come tutte le altre sotto il profilo dei consumi. Tra le 10 e le 15:30, l’utilizzo di energia elettrica era salito leggermente, probabilmente gli americani erano tutti intenti a ultimare i lavori domestici, a lavare i piatti o a cucinare qualcosa in forno da sgranocchiare prima dell’inizio della partita. Ma dalle 15.30 in poi, magia. È accaduto qualcosa di speciale: i New England Patriots e i New York Giants hanno iniziato a rincorrersi sul campo di Indianapolis. Et voilà: il consumo di energia elettrica è sceso.

OPowerSuperBowl2

Così, mentre nelle ore prima della partita, l’elettricità legata all’uso domestico era stata di poco superiore alla media (+2,4%), le cose sono cambiate radicalmente dopo calcio d’inizio con consumi ridotti del 5% rimasti tali o quasi (-3,7%) anche dopo che la partita era finita.

OPowerSuperBowl1

Ma perché le famiglie usano molta meno energia elettrica durante il Super Bowl? Semplice, pochi usano apparecchi diversi dalla TV durante la partita. Durante una tipica domenica, molte persone avrebbero utilizzato diversi tipi di apparecchi alimentati da energia elettrica ad esempio lavatrici, elettrodomestici da cucina, aspirapolvere, TV. Così non è stato.

E sul web già che ci si scherza su: il Super Bowl salverà il mondo!

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook