Stoviglioteche: arrivano le ‘biblioteche’ di stoviglie lavabili per feste green. Dove trovarle in Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai pensato a quale abnorme ammasso di plastica produca la festicciola di vostro figlio? A meno che non siate super mamme già green a tutto tondo, sicuramente ad ogni compleanno viene fuori un uso spropositato di stoviglie monouso che può benissimo essere evitato. Come?

Se non siete bravissime a pensare a tutto o non avete modo di comprare ogni cosa possa essere ecocompatibile, c’è un gruppo nuovo che può correre in vostro soccorso e farlo per voi: la stoviglioteca, ossia una vera e propria “biblioteca” di stoviglie lavabili che si mette al servizio di tutti coloro che desiderino organizzare piccole feste a rifiuti zero.

Da Verona a Genova, passando per Bologna ed arrivando a Napoli, da qualche anno le stoviglioteche stanno nascendo in modo spontaneo in tutta Italia e finalmente sono un modo sicuro per non fare di ogni festa un ricettacolo di immondizia infinita.

I destinatari delle stoviglioteche sono le famiglie e piccole feste con un numero di circa 50-100 pezzi. In questo modo, si mettono in comune le stoviglie lavabili per rendere le festicciole più sostenibili.

Come funziona una stoviglioteca

Semplicissimo: si contatta la stoviglioteca della propria città, si lascia una cauzione che varia a seconda della stoviglioteca e che viene restituita alla riconsegna, si paga un’offerta per il noleggio delle stoviglie e si riconsegnano lavate in lavastoviglie, oppure si paga il servizio di pulizia

Le Stoviglioteche mettono a disposizione un kit di piatti, bicchieri, ciotole, posate colorate di plastica (tutto BPA free) oppure in acciaio. Alcune aggiungono anche bottiglie, caraffe, tovaglie e palettine per torte.

Le ultime tre di recentissima nascita sono di Roma:

stoviglioteche roma

Ma qui trovate tutte le altre stoviglioteche d’Italia, mentre sul gruppo Facebook Piccole stoviglioteche crescono trovate in ogni caso un sacco di idee e la possibilità di contattare i singoli gruppi della vostra città.

Buona festa a tutt*!

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook