Si va a vela per raccogliere energia

Velieri dotati di particolari generatori in grado di trasformare l’energia eolica in idrogeno, successivamente scaricato e trasformato in energia elettrica.

È la proposta lanciata da due ricercatori dell’Università di California-Davis, Max Platzer e Nesrin Sarigul-Klijn, pubblicata dalla rivista scientifica americana New Scientist e presentata il 19 maggio a Phoenix (Arizona) in occasione di un congresso della Società americana di ingegneria meccanica.

L’idea è nata con l’obiettivo di sfruttare l’energia eolica anche nei tratti in alto mare in cui non è possibile realizzare un’installazione di pale eoliche.

In sostanza funzionere così: l’idrogeneratore a due ali oscillanti, montati sotto all’imbarcazione, produrrebbe energia sfruttando il movimento dell’acqua solcata dal veliero. L’energia ottenuta da questa operazione verrebbe usata per ricavare idrogeno dall’acqua marina.

Secondo i due ricercatori un veliero che abbia 400 metri quadri di vele, spinto da un vento forza 7 da 15 metri al secondo, potrebbe produrre 100 kW. E se gran parte di questa energia verrebbe persa nei vari passaggi della trasformazione, da energia ad idrogeno e da idrogeno ad elettricità, l’efficienza del sistema si attesterebbe comunque intorno al 30%. Naturalmente l’energia prodotta aumenterebbe al variare delle dimensioni delle vele di ogni imbarcazione e dal numero di velieri della flotta.

A questo si aggiunge anche il beneficio della potenza dell’acqua, secondo Platzer infatti, ottenere energia dal movimento dell’acqua è molto più efficiente rispetto all’aria, per via della maggiore densità dell’acqua.

Verdiana Amorosi

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook