Hai il piede pronato o supinato? Il test che ti aiuterà a trovare la giusta scarpa per correre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi ama correre deve avere ai piedi delle scarpe da running di qualità che siano anche adatte alla conformazione dei propri piedi e al proprio modo di correre. Per fare questo è necessario sapere in primis che tipo di appoggio del piede si ha. Come? Basta fare un semplicissimo test.

Tante persone si allenano ogni giorno correndo ma farlo con le calzature sbagliate può avere conseguenze negative e portare addirittura ad incorrere in infortuni.

Forse non vi siete mai chiesti che tipo di appoggio ha il vostro piede, ma invece è un’informazione essenziale da conoscere anche nel momento in cui si devono acquistare delle scarpe da running.

Le possibilità sono 3:

  • Piede con appoggio normale o neutro
  • Supinazione: un’inclinazione verso l’esterno nel momento in cui il piede appoggia per terra durante una camminata o una corsa.
  • Pronazione: un’inclinazione eccessiva verso l’interno del piede mentre si cammina o corre. È un movimento spesso impercettibile ma che a lungo andare può causare lesioni ed è proprio per questo che esistono delle scarpe specifiche dotate di un rinforzo che permette al piede di correggere il passo.

Come capire se sei un runner pronatore o supinatore

Per capire se si è un pronatore o un supinatore, o ancora se il proprio appoggio del piede è normale, si può fare un piccolo test casalingo. Immergete il piede in una bacinella d’acqua, camminate poi su un pezzo di cartone e ripetete l’esperimento con l’altro piede. Le impronte che lascerete vi daranno indicazioni utili.

L’impronta può essere normale, intera (in caso di piede piatto) o apparire solo il tallone e l’avampiede.

piedi impronte

@Parrot Ivan/Shutterstock

Naturalmente è sempre meglio rivolgersi ad un podologo o, in alternativa, chiedere un consulto in un negozio specializzato in running dove, analizzando il passo con dei macchinari, saranno in grado di darvi una risposta chiara sui dettagli del vostro piede e del vostro modo di correre, consigliandovi poi le scarpe più adatte.

Come scegliere le scarpe

Se avete fatto il test delle impronte potete scegliere le scarpe in base al risultato:

Impronta normale: va bene qualsiasi scarpa da running, dovete evitare ovviamente quelle pensate specificatamente per i pronatori.

Impronta intera: presuppone la presenza di piede piatto e vi è pronazione, meglio allora consultare uno specialista e acquistare scarpe da pronatori.

Impronta tallone e avampiede: in questo caso il piede è cavo ma anche se vi è inclinazione verso l’esterno non si rischiano gravi infortuni e non è necessario correggere la camminata. Anche in questo caso si possono scegliere scarpe normali evitando quelle da prontatori.

Fonte: Corriere dello sport 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook