Palestre e piscine riaprono (forse) dal 18 maggio: il modo di fare sport sta per cambiare radicalmente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Con l’avvio della Fase 2 in Italia è avvenuta una graduale riapertura di diverse attività commerciali e la ripresa degli allenamenti sportivi all’aperto, rispettando il distanziamento sociale di almeno un metro. Tuttavia, le strutture sportive  – che sono state tra le prime a subire il duro colpo delle misure restrittive – rimangono ancora chiuse per contenere il rischio contagio da coronavirus. Ma la loro riapertura è da considerarsi alle porte.

Si tratta di un settore, quello del mondo dei centri sportivi, che in Italia conta oltre 100.000 realtà, tra associazioni e società sportive, che inevitabilmente è stato messo in ginocchio, con tutti gli impianti ormai chiusi  dal 23 febbraio. Ora le modalità di fare sport stanno per cambiare radicalmente, con logiche e dinamiche nuove rispetto al passato, fino a che non sarà debellato il Covid-19.

Secondo quanto dichiarato dal ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, palestre e centri sportivi potrebbero riaprire i battenti a partire dal 18 maggio.

“Stiamo lavorando molto sulle linee guida per la riapertura di palestre, piscine, centri danza e tutti i centri sportivi di ogni livello”, ha spiegato Spadafora qualche giorno fa.

Intanto il 3 maggio sono state pubblicate le linee guida, elaborate su proposta del CONI e del CIP, che riguardano gli allenamenti degli atleti (professionisti e non), che possono essere svolti in modalità individuale. Ma leggendo questa serie di regole è possibile immaginare quale scenario si prospetta anche per le palestre.

Gli ingressi ai centri sportivi saranno scaglionati per evitare assembramenti e bisognerà rispettare il distanziamento sociale di almeno un metro, oltre a ferree norme igieniche, che vanno dalla sanificazione delle attrezzature e degli ambienti alla presenza di dispenser con gel igienizzanti per le mani.

All’ingresso delle strutture dovrebbero essere installati anche dei termoscanner. Per le piscine e le sale fitness saranno previsti dei distanziatori e l’installazione di purificatori d’aria.

Inoltre, molto probabilmente verrà attivato un preciso sistema di raccolta di rifiuti che possono veicolare i contagi (come fazzoletti, guanti e mascherine).

Allenamento e personalità

Resta ancora da chiarire come funzioneranno gli allenamenti con guanti e mascherine, visto che per chi pratica sport potrebbe incontrare non poche difficoltà di tipo respiratorio.

Negli ultimi tempi la questione relativa alle palestre ha sollevato diverse polemiche non soltanto tra i gestori dei centri sportivi, che in diversi casi hanno accusato lo Stato di averli abbandonati, ma anche tra coloro che avevano già pagato abbonamenti mensili o annuali.

Per fare chiarezza su questo punto è intervenuto Massimiliano Dona, presidente dell’Unione nazionale consumatori, rassicurando:

“Il consumatore ha diritto al rimborso della quota parte di abbonamento del quale non può usufruire (o del singolo titolo di ingresso)”.

Anche il Codacons si è mobilitato, pubblicando sul proprio sito internet un modulo attraverso il quale i clienti possono richiedere ai gestori di palestre, piscine e altri centri sportivi la restituzione parziale degli abbonamenti.

Non sottovalutiamo che le attuali restrizioni stanno generando nuove patologie, conseguenza del “confinamento forzato” di bambini e adulti, impossibilitati perfino a svolgere un minimo di attività motoria.

Ora più che mai è importante curare, con l’esercizio fisico, il corpo e la mente. Ma dovremo farlo in sicurezza, seguendo nuove regole.

Fonte: Governo/ Corriere della Sera 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook