A breve le Lego City potrebbero avere le piste ciclabili per incoraggiare la mobilità sostenibile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le Lego City senza piste ciclabili? Impossibile! Per questo Marcel Steeman, consigliere regionale nei Paesi Bassi, ha proposto alla Lego di aggiungerle alle strade delle città-gioco, per riflettere cosa accade nel mondo e soprattutto per incoraggiare la transizione ecologica sempre di più. A partire, appunto, dal gioco.

Stava giocando con i suoi figli, quanto Marcel Steeman, consigliere regionale in un Paese dove la bicicletta è in effetti all’ordine del giorno, ha intuito che l’assenza della piste ciclabili non era accettabile. Così, con la collaborazione di Marco te Brömmelstroet, professore di pianificazione urbana presso l’Università di Amsterdam, ha presentato per due volte progetti nell’ambito dell’iniziativa Lego Ideas, sperando di ottenere 10.000 sostenitori per realizzarli.

Purtroppo la proposta non ha ottenuto i risultati sperati, perché la Lego è una realtà mondiale e quello che può funzionare in un Paese non necessariamente funziona in un altro. Nel caso specifico, soprattutto, il codice della strada e la struttura delle città decisamente non sono equivalenti e una proposta del genere può non essere internazionale.

Ma Marcel non demorde.

“Stavo giocando con i Lego insieme ai miei figli e c’erano ciclisti Lego, ma mi chiedevo dove dovessero andare in bicicletta – racconta il consigliere a DutchNews.nl – Se sei olandese, sei abituato ad avere piste ciclabili”.

Così ha posto la domanda a Matthew Ashton, produttore Lego, in una sessione di domande e risposte su Twitter nel 2018.

“Le cose sono iniziate rapidamente. Ho avuto 2.000 ‘Mi piace’ su Twitter in due settimane e mezzo e molte reazioni positive. Pensavo di poter ottenere 10.000 sostenitori della mia Lego Idea, quindi mi sono messo al lavoro”.

Purtroppo, inizialmente, la proposta era veramente “troppo olandese”. Ma dopo 2 insuccessi, ora è di nuovo online e ha superato i 4400 sostenitori a poco meno di 600 giorni dalla chiusura. La Lego, dunque, potrebbe davvero decidere di produrre le piste ciclabili per le City, quelle ecosostenibili del futuro.

Rendiamo Lego City una città amica della bicicletta! – si legge sul sito di Lego Ideas – Con i nuovi set 60304 (Road Plates) e 60306 (Shopping Streets) Lego ha introdotto un nuovo modo di guardare alla mobilità a Lego City. Sono state introdotte strade, biciclette e persino una bici da carico costruibili e regolabili. Quindi è il momento di aggiungere al passo successivo della mobilità: piste ciclabili sufficientemente larghe per essere sicure da guidare e abbastanza larghe per una bici da carico. Costruite sullo stesso modello delle nuove stradali, possono quindi essere facilmente combinate per rendere Lego City una città bike friendly”.

Vedremo dunque presto le piste ciclabili targate Lego?

Fonti di riferimento: Marcel Steeman/Twitter / Marco te Brömmelstroet (Cycling Professor)/Twitter / DutchNews.nl / Lego

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook