Indovina chi è lei? Il gioco da tavolo con le donne che hanno cambiato la storia

“Who’s she”, Indovina chi è lei. Il celebre gioco da tavolo che spopolava negli anni ’80 torna in chiave femminile. Nelle caselline non ci sono personaggi inventati ma donne vere, straordinarie, che nella loro vita con impegno e coraggio hanno cambiato il mondo.

Da Frida a Malala, da Yoko Ono a Valentina Tereshkova, fino a Serena Williams. Personalità che nel loro campo si sono distinte, diventando veri e propri esempi.

Il gioco, inizialmente e totalmente finanziato su KickStarter, è ora disponibile sul sito dell’ideatore in diverse lingue (italiano compreso) e diversi formati (cartone, legno, ecc…) e comprende 28 schede con dati biografici, fatti divertenti e aneddoti interessanti sulla storia della loro vita.

Molto bella anche la finitura. Il tabellone contiene 28 splendidi ritratti in acquarello stampati direttamente su legno di betulla, naturale al tatto e protetto con olio di lino in modo da garantirne la durevolezza.

donne indovina chi2

Come per il classico Indovina chi, anche in questo caso il gioco si svolge tra due giocatori, che devono sfidarsi cercando di scoprire l’identità del personaggio femminile nascosto. Questa volta però le domande non riguarderanno l’aspetto fisico ma saranno del tipo: Ha vinto un Premio Nobel? Ha fatto una scoperta? Era una spia?

donne indovina chi3
donne indovina chi

“Who’s She ha come protagoniste donne che hanno avuto il coraggio di distinguersi e che hanno corso dei rischi. I loro trionfi, le loro avventure, scoperte e invenzione ti ispireranno per sognare più in grande e per correre dei rischi!” si legge nella pagina dedicata al gioco. “Tutti noi abbiamo bisogno di imparare di più su queste donne ispiratrici! Il gioco è un’ottima fonte di ispirazione e divertimento per ragazzi, ragazze, bambini e adulti!”

Un gioiellino che potrebbe diventare anche un originale regalo di Natale. Per maggiori info clicca qui   o sul sito del produttore

LEGGI anche:

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook