©havenfaithshepherd/Instagram

Haven Shepherd, la nuotatrice paralimpica miracolosamente sfuggita alla morte

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“Accetta le cose che non puoi cambiare. Cambia le cose che puoi”. È questo il motto di Haven Shepherd, l’atleta paralimpica nata in Vietnam nel 2003, sopravvissuta a un terribile tentativo di suicidio familiare.

Il video pubblicato su Youtube da “Paralympic Games” e la pagina dedicata all’atleta sul sito dell’International Paralympic Committee affermano che – i suoi genitori tentarono un suicidio familiare -. Ma secondo altre fonti fu colpa del padre, che prese due bombe a mano, le legò al proprio corpo e a quello della moglie, tenendo in braccio la figlia, e si fece esplodere. Entrambi persero la vita ma la bimba, miracolosamente, sopravvisse. Le gambe tuttavia rimasero gravemente ferite e le vennero quindi amputate.

I nonni non le svelarono mai la triste verità, solo a distanza di anni Haven scoprì l’accaduto. 

Successivamente venne adottata da Shelly e Rob Shepherd del Missouri e qui ebbe inizio la sua nuova vita accanto a 4 sorelle maggiori e 2 fratelli. Negli Usa, incoraggiata dalla nuova famiglia, iniziò a dedicarsi allo sport finché a 10 anni non scoprì il nuoto. Sua grande passione. 

Oggi Haven ha 18 anni e gareggia alle Paralimpiadi di Tokyo come rappresentante degli Stati Uniti nella disciplina del nuoto. Un traguardo importantissimo per l’atleta che, nonostante tutto, si è sempre dimostrata ottimista e positiva.

Nel corso degli anni ha lavorato con la Challenged Athletes Foundation negli Stati Uniti d’America, ha posato come modella per Tommy Hilfiger e continua a collaborare con diverse scuole e associazioni per sensibilizzare le persone sul tema della disabilità e dello sport. 

Devi sempre guardare al lato positivo della vita: so di aver vissuto una brutta esperienza, ma ne sono uscita e ho avuto una seconda possibilità. Ho accettato di essere unica e questo ha fatto la differenza nella mia vita. Accetta le cose che non puoi cambiare e cambia le cose che puoi.

Haven è davvero un esempio per tutti noi. Sopravvissuta alla morte, non solo ha ricominciato a vivere con entusiasmo, ma non ha mai smesso di credere nei propri sogni. 

Ecco il video pubblicato su Youtube da “Paralympic Games”, che racconta la sua storia.

FONTI: Paralympic/havenfaithshepherd

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook